ASCOLI PICENO – Saranno circa 35 in tutta Italia tra Comuni, Province, azienda agrituristiche, università, istituti di ricerca ed enti di altre categorie, a potersi fregiare quest’anno della bandiera verde. L’ambito riconoscimento promosso dalla Cia (Confederazione Italiana degli Agricoltori) e giunto alla sua quarta edizione, viene conferito ai soggetti che si sono distinti per qualità e rispetto dell’ambiente.

L’iniziativa è stata presentata a livello locale in una conferenza stampa a cui hanno preso parte il presidente della Provincia Massimo Rossi, l’assessore provinciale all’Agricoltura Avelio Marini, il sindaco di Offida Lucio D’Angelo, il presidente provinciale Cia Tonino Cioccolanti, il responsabile nazionale di “Bandiera Verde? Marco Giardini e l’assessore all’Agricoltura del comune di Castel di Lama Tommaso Amadio.

“Il riconoscimento – ha spiegato Marco Giardini – rappresenta il corrispettivo della Bandiera Blu per le fasce costiere e ha lo scopo di incentivare l’impegno per la tutela della salute, del suolo e dell’ambiente, di migliorare le condizione degli operatori agricoli, la qualità e la genuinità delle produzioni alimentari e di favorire l’imprenditoria giovanile e lo sviluppo sostenibile?. Nel nostro territorio i Comuni di Offida e Acquaviva Picena rappresentano in tal senso due esempi emblematici di sviluppo abbinato alla tutela ambientale. I due Comuni hanno infatti ‘conquistato’ la bandiera verde rispettivamente nell’anno 2004 e 2005.

“L’agricoltura che connota in maniera così specifica il nostro territorio rappresenta il veicolo per l’immediata comunicazione della qualità diffusa e rappresenta non un ingrediente di contorno, ma una componente fondamentale della crescita e dello sviluppo della comunità locale? ha dichiarato il presidente Rossi esprimendo grande soddisfazione per l’iniziativa.

“Con l’iniziativa della FilieraCorta sui prodotti tipici e l’agricoltura biologica, il successo delle progettualità sul turismo rurale e il progetto dei “100 km verdi? per la manutenzione delle strade in collaborazione con gli operatori agricoli – ha aggiunto l’assessore Marini – la Provincia intende puntare con sempre maggiore impegno sulle risorse agricole e ambientali del territorio e la bandiera verde offre un’ulteriore occasione di stimolo e di sensibilizzazione per l’intera comunità picena?.

“L’assegnazione della bandiera verde rappresenta – ha sottolineato Tonino Cioccolanti – un input importante per una gestione ecocompatibile del territorio di riferimento. Invito pertanto tutti i Comuni della provincia a fruire di questa iniziativa che scadrà alla fine di maggio, ricordando che il simbolo della bandiera verde apposto su tutto il materiale promozionale conferisce valore aggiunto all’attività di enti, istituzioni ed aziende rendendoli un modello da emulare con orgoglio?.

Gli interessati al concorso-premio dovranno far richiesta della modulistica necessaria agli uffici della Cia di Ascoli: tel. 0736/336296, o consultando il sito HYPERLINK “http://www.bandieraverde.cia.it” www.bandieraverde.cia.it .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)