SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ce l’ha fatta eccome, Pietro Colonnella. L’ex presidente della Provincia di Ascoli Piceno è stato infatti nominato sottosegretario alle Politiche regionali e aree urbane del governo Prodi che proprio oggi ha giurato dinanzi al neopresidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

La promessa fatta dal segretario nazionale Ds Piero Fassino al Palacongressi di San Benedetto il 1 marzo scorso non si è rivelata infondata. E naturalmente è valso anche il lavoro svolto dal vicepresidente della Regione Marche Luciano Agostini, che nei giorni scorsi si era recato a Roma insieme al segretario provinciale dei Ds Mauro Gionni per perorare la “causa Colonnella?.

«È un grande riconoscimento per il nostro territorio», dice Colonnella, «e anche al risultato ottenuto dal nostro partito nella provincia di Ascoli, dove i Ds hanno avuto un incremento del 5% rispetto alle politiche del 2001: la seconda provincia d’Italia per aumento dei voti». E davvero non si può non riconoscere il lavoro capillare, ubiquitario, svolto da Colonnella in campagna elettorale.

«Lavorerò per il Piceno e per tutte le Marche», prosegue, «Domani verificherò meglio le deleghe che mi sono state assegnate e poi inizierò a lavorare. La funzione di governo dovrà permetterci una maggiore connessione tra il nostro territorio, che è il più sofferente delle Marche, e le dinamiche nazionali».

Un commento arriva anche dal candidato sindaco dell’Unione Giovanni Gaspari, compagno di partito di Colonnella: «Si tratta di un obiettivo importante», dice Gaspari, «Oggi abbiamo l’opportunità storica del più stretto collegamento tra i livelli istituzionali, dal Comune alla Provincia alla Regione e al governo nazionale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.203 volte, 1 oggi)