SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il mercatino estivo a Porto d’Ascoli continua ad essere al centro di polemiche. Una volta trasferite le bancarelle dal nuovo lungomare e dalla Rotonda “Salvo D’Acquisto?, si era pensato di collocarle all’interno della pineta sul lato est di via dei Mille, a ridosso di via Mare. La soluzione incontrava grande favore da parte del comitato di quartiere Mare-Sentina. Ma, nel corso degli ultimi mesi, il Comune ed il proprietario della pineta non hanno raggiunto l’accordo per completare l’acquisizione dell’area. Di conseguenza è stata adottata una soluzione intermedia, che prevede la collocazione delle bancarelle sui marciapiedi opportunamente ampliati in via dei Mille e nella laterale via Bellini.
Questa soluzione comporta l’eliminazione di numerosi parcheggi per le auto ed il sovraccarico della cabina ENEL che dovrà servire il mercatino, oltre che le case e gli alberghi della zona. Attualmente il suo limite è di 350 Kilowatt ma, se si fosse riusciti a portare il mercatino nella pineta, si sarebbe provveduto ad un potenziamento.
Oltre al mercatino, nei progetti la pineta avrebbe dovuto ospitare anche la giostra per i bambini che invece è rimasta nei pressi della Rotonda. Alfredo Cicconi, presidente del comitato di quartiere, invoca uno sfruttamento più razionale degli spazi in questa zona della città. All’interno di una lettera che ha inviato al commissario straordinario Iappelli e ai principali responsabili dei lavori pubblici e dell’urbanistica, chiede che la pineta diventi una zona ludica e commerciale, una volta che il Comune porti a termine la definitiva acquisizione dell’area. Entro l’estate 2007.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)