SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Entusiasmo, determinazione, voglia di rinnovare la politica. La lista civica “San Benedetto per San Benedetto? è stata presentata lunedì 15 maggio dal candidato sindaco Tablino Campanelli e dallo zio di quest’ultimo, Cristiano Teseo Campanelli, che hanno elencato obiettivi e punti programmatici, sottolineando in primo luogo che circa l’80% della lista è composto da “giovani?, oltre che da sei donne su trenta, pari al 20%.

«Abbiamo serie e concrete possibilità di arrivare al ballottaggio», dice Cristiano Teseo, mentre altri esponenti si “limitano? a pronosticare 2500 voti, che equivarrebbero a circa il 7% dei consensi. In ogni caso la lista si trasformerà poi in “movimento? e si presenterà alle prossime elezioni provinciali, in programma nel 2009 (salvo crisi). In caso di ballottaggio tra altri due candidati, Campanelli annuncia la possibilità di un “apparentamento programmatico?, ovvero sulla base di successivi accordi. L’intenzione dichiarata fin da ora, del resto, è quella di «aggregare tutto il polo moderato, con le sue componenti presenti sia nel centrodestra che nel centrosinistra».

Tra i principali punti programmatici ribadita l’intenzione di abolire lo stipendio di sindaco e assessori e il “gettone di presenza? dei consiglieri comunali, già annunciata in un’intervista pubblicata su Riviera Oggi n. 627 del 16 maggio. La giustificazione addotta dai due Campanelli, contro l’obiezione di una politica riservata a chi vive di rendita, è del seguente tenore: «La politica va fatta per passione e per servizio. D’altra parte si sa che chi vive solo del proprio stipendio neppure potrebbe permettersi di intraprendere una campagna elettorale per aspirare ad essere sindaco». Questa lista, per inciso, ha investito alcune decine di migliaia di euro per affiggere i manifesti che molti avranno notato in giro per la città.

Sul turismo Tablino Campanelli rilancia: «Sposteremo il porto più al largo, prevedendo anche un collegamento con la Croazia, e realizzeremo nell’area dell’ex galoppatoio un’area da “notte bianca permanente?, ovvero dotata di negozi, bancarelle, farmacie, biblioteca, locali notturni, per attrarre i giovani a San Benedetto senza disturbare chi vuole riposare». Ma l’attuale mercatino estivo andrebbe spostato, secondo Campanelli, al Paese Alto.

In urbanistica la proposta è quella di premi volumetrici del 20% concessi in cambio del lastricato del tetto degli edifici, ove andrebbero realizzati pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

Sul sociale attenzione centrata sulla “famiglia?, oltre alla creazione di un “hospice?, o casa per i malati terminali e i loro familiari, nei pressi dell’ospedale, l’imprenditore Luigi Sgattoni (uno dei candidati) propone sinergie tra gli anziani, a suo dire oggi “emarginati? dalla società, e gli ex tossicodipendenti che escono dalle comunità di recupero, affinché i primi possano insegnare ai secondi varie attività ti tipo artigianale.

In caso di elezione a sindaco si ripeterebbe quel periodo di “apprendistato?, che è stato a volte rimproverato alla giunta Martinelli? «No», risponde Cristiano Teseo, «perché ci si può avvalere di tecnici e consulenti». All’incontro era presente anche Traiano Campanelli, fratello di Tablino e presidente regionale dei Giovani Industriali.

I candidati: Lucana Cicconi, Vittoriana Mattioli, Claudia Mosca, Claudia Sannicandro, Nadia Senesi, Luana Silla, Silvestro Adolfo Achille, Lorenzo Antonelli, Cristiano Ascolani, Giampiero Branciaroli, Alessio Capriotti, Pierfilippo Carfagna, Luigi Chiappini, Francesco Crincoli, Silvestro De Berardinis, Simone De Santis, Andrea Fazzini, Marco Fioravanti, Michele Grassi, Nevio Maravalle, Alfredo Marchegiani, Ernesto Marchei, Elvis Merli, Massimiliano Merli, Paolo Morresi, Antonio Pompilii, Gennaro Rea, Alessandro Sciarra, Luigi Sgattoni, Luigi Valentini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 550 volte, 1 oggi)