ACQUAVIVA PICENA – Lo scorso anno in finale play off, ora a lottare per non retrocedere. Una stagione tribolata, contrassegnata da infortuni, pessimi risultati e, soprattutto, dalle dimissioni del tecnico Luigi Travaglini. Eppure la squadra non si è mai data per vinta, tenendo in vita la fiammella della speranza.
La dimostrazione sta nella vittoria, seppur di misura, degli aranciocelesti nella gara di andata dei play out contro la Valtesino. Contento, naturalmente, il presidente Vincenzo Mora: «La speranza di poter rimanere in Prima Categoria è tanta. Meritavamo sicuramente di più in fatto di risultato, l’1-0 ci sta stretto per quello che abbiamo costruito».
«Ho rivisto la squadra che avevo assemblato ad inizio campionato» – ha proseguito il patron acquavivano «Il primo tempo siamo partiti un po’ contratti, eravamo nervosi. Poi abbiamo ragionato e cominciato a giocare a calcio. Il vantaggio ci sarà di aiuto sia a livello psicologico che di carica agonistica».
«Mi aspetto una buona gara anche al ritorno, come quella che abbiamo disputato, per poter festeggiare con un risultato positivo», ha concluso il presidente Mora.
Nel frattempo al Comunale di Acquaviva, giovedì 18 maggio alle 15.30 scenderà in campo il Vodafone Cervia di mister Graziani. L’evento, organizzato dall’Assessorato allo Sport, vede la sfida tra i Campioni di Italia 1 (usciti dai play off ai tempi supplementari persi 2-1 con il Salò) e una rappresentanza mista dell’Acquaviva Calcio e dello Sporting Acquaviva.
Il prezzo del biglietto è di 7 €. I ragazzi dai 9 ai 14 anni pagano 5 € mentre l’ingresso è gratuito per i bambini fino a 8 anni. Prevendita presso la libreria Nuovi Orizzonti a San Benedetto e il Supermercato Sidis di Acquaviva Picena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 333 volte, 1 oggi)