SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La sezione provinciale di Assindustria ha aperto un proprio ufficio in via Calatafimi 44 a San Benedetto, che servirà sia come “sportello logistico? per fornire agli imprenditori, su appuntamento, tutti i tipi di servizi e consulenze erogati nella sede di Ascoli, sia come spazio di rappresentanza istituzionale.
L’inaugurazione è avvenuta questa mattina, lunedì, e vi hanno preso parte i vertici provinciali di Assindustria: il presidente Adriano Federici, il suo vice Raffaele Speranza, Luciano Aubert, Giovanni Cimini, Gino Gasparretti (membri della giunta), Marco Calvaresi (presidente della sezione alberghiera e turismo di Assindustria, oltre che presidente del consorzio turistico “Riviera delle Palme?), diversi imprenditori, tra i quali Tommaso Caroselli, Ottavio Medori, Filippo Olivieri, il neopresidente di Roland Europe spa Akira Hanechi, l’amministratore delegato Mario Picchio, il presidente nazionale dell’Itb (Imprenditori turistico balneari) Giuseppe Ricci, il presidente regionale Eurispes Camillo Di Monte e molti altri.
In rappresentanza del Comune di San Benedetto c’era il vicecommissario Salvatore Angieri. Presenti anche tre dei quattro candidati sindaco alle prossime amministrative: Edio Costantini (An, Udc, Lega nord, “Lista Costantini-Progetto Comune?), Giovanni Gaspari (Unione), Domenico Martinelli (Forza Italia, “Lista Martinelli-Pri?). Assente Tablino Campanelli (lista “San Benedetto per San Benedetto?).
«Si tratta di un primo passo per essere più presenti nel territorio e più vicini alle imprese», ha detto Federici, «In particolare noi puntiamo molto sul turismo e lo abbiamo dimostrato aderendo al consorzio “Riviera delle palme?. Con questa nuova sede gli imprenditori, anziché andare ad Ascoli, possono incontrare i nostri funzionari per consulenze in ambito sindacale, finanziario, fiscale, ambientale, ecc».
Calvaresi ha sottolineato l’importanza della nuova sede «specie nella prospettiva di incentivare la sezione alberghiera e turistica sul territorio della nuova provincia di Ascoli». Calvaresi ha anche trovato “soddisfacenti? le risposte dei candidati sindaco, i quali a suo dire «hanno concordato sul turismo come fattore di sviluppo».
Il confronto tra Costantini, Gaspari e Martinelli non era stato programmato, ma si è sviluppato in maniera “spontanea?. Sollecitati dagli imprenditori i candidati hanno dato risposte, non per la prima volta come ormai è noto, sul Piano regolatore, il turismo, le strutture alberghiere, il distretto agroalimentare, quello della meccanica, la viabilità, le infrastrutture. Né sono mancate alcune polemiche sull’operato (e la litigiosità) della passata amministrazione.
«È stato un confronto particolarmente costruttivo», ha commentato Federici, «non previsto, ma che si è vivacizzato e ci ha permesso di affrontare, anche se non approfondire, questioni concrete».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 446 volte, 1 oggi)