Montegranaro-Cuprense 2-0
CUPRENSE: Mori, Troiani, Gabrielli(9’st Rossi), Alighieri, Cocciaretto, De Angelis, Crescenzi, Perozzi(32’st Ottaviani), Lucidi, Splendiani A, Splendiani U(16’st De Marco). A disp: Mora, Acciarri, Splendiani S, Buttafoco. All. Clerici.
MONTEGRANARO: Ramazzotti, Catalano, Paniccià, Bosoni F, Milanovic, Cognigni, Luciani, Gay(24’st Borrelli), Dell’Aquila(17’st Pacenti), Moretti(33’ st Ulissi), Sanda. A disp:Di Ridolfo, Pennente, Bosoni D, Acciarini. All. Viti.
Arbitro:Pizzagalli di Pesaro.
Reti: 13’ pt Moretti, 48’st Ulissi.
Note: 150 spettatori circa.
Recupero: 3’pt +3’st.
Ammoniti: Sanda, Gabrielli, Ramazzotti.
MONTEGRANARO – La gara rispetta pienamente i pronostici della vigilia. Il Montegranaro, forte del 2-0 conquistato nella gara di andata, accede alla finale. Stesso spartito nel match di ritorno: 2-0 firmato dalle reti di Moretti ed Ulissi. Lo spirito di rassegnazione che in settimana si è respirato a Cupra Marittima ha condizionato la gara dei gialloblu, soprattutto per quanto riguarda la prima parte.
La squadra di Clerici ha assunto un atteggiamento compassato, forse appagata dai risultati conseguiti in questa stagione. I calzaturieri si confermano ancora una volta la bestia nera dei rivieraschi, anche se la squadra di Viti ha meritato ampiamente questo traguardo.
Dopo una fase di studio, sono i locali, al 13’ ad interrompere il silenzio. Sanda dalla destra serva Moretti che dribbla Troiani ed infila l’incolpevole Mori. I calzaturieri, dopo il vantaggio, insistono nel loro forcing offensivo, schiacciando gli ospiti nella loro metà campo. Al 22’ Bosoni F dalla bandierina pesca Milanovic che di testa impegna Mori. La Cuprense non riesce a venir fuori e dieci minuti dopo rischia di subire il raddoppio. Sanda entra in area palla al piede, supera Mori e scocca il tiro ma Cocciaretto respinge prontamente sulla linea. La prima fase di gioco si trascina al termine senza grandi sussulti.
Nella ripresa le due squadre si annullano a vicenda. I due portieri per venti minuti rimangono spettatori inoperosi dell’incontro. Al 23’ la Cuprense sciupa malamente una palla gol con Armando Splendiani, che dopo aver avuto la meglio in una mischia in area scaraventa la sfera oltre la traversa. Passano due minuti il neo entrato De Marco spreca un’altra occasione d’oro: da un errato disimpegno di Milanovic, il centravanti gialloblu conquista palla ma a tu per tu con Ramazzotti scaglia la sfera tra le braccia del numero uno locale. Le squadre si allungano, con il contemporaneo allentamento della morsa da parte del Montegranaro.
La Cuprense non ne approfitta. Al 36’ gli uomini di Clerici sbagliano ancora una volta il gol del pari: De Marco serva Lucidi al limite dell’area, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. La regola non si smentisce: goal fallito, gol subìto. Nell’ultimo minuto di recupero i locali arrotondano il risultato, Ulissi dopo una fuga solitaria sulla sinistra infila Mori.
Il Montegranaro si aggiudica la finale. La Cuprense torna a casa con la consapevolezza di aver disputato una stagione ad alti livelli, nonostante la sconfitta nei play-off.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)