SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Assolutamente no. Non abbiamo alcun tipo di recriminazione sulla situazione della Samb». Giacomo Battaglioni, presidente dimissionario della Fermana, commenta così le voci che darebbero la Fermana come società interessata a sensibilizzare la Commissione Disciplinare sulla penalizzazione da assegnare la Samb. Se ne discute in queste ore a Firenze: il club rossoblu, deferito per illecito amministrativo commesso dalla gestione Mastellarini (tra l’altro deferito, assieme al suo compare in errori di gestione Soldini) rischia una penalizzazione molto pesante, in questo o nel prossimo campionato. In verità il rischio estremo (ma neanche tanto) è quello della retrocessione di ufficio. E la Fermana, in questo caso, rientrerebbe incredibilmente in gioco, disputando i play-out, nonostante i soli 13 punti in classifica.
«Non ho di questi pensieri, nonostante quello che a San Benedetto si pensi di me» continua Battaglioni, che approfitta per ribadire che abbandonerà, con il finale di stagione, la guida della Fermana: «È dal 2002 che ho rimesso il mio incarico al sindaco, ma ho continuato a tirare avanti, sempre da solo. Ma adesso dico basta. Non so cosa accadrà alla Fermana in futuro».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 777 volte, 1 oggi)