SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La novità più rilevante di questa edizione è costituita dalla sezione “Il Pesce sulla Banchina”, un percorso allestito in Via delle Palme, dove con un biglietto unico si potranno assaggiare alcune ricette come la pasta al battuto rosso di alici, il rospo in potacchio, le triglie in guazzetto e diverse preparazioni realizzate con i prodotti dei Presidi Slow Food: le alici della masculina da mugghia siciliane, la colatura tradizionale di alici di Cetara (Campania), il mosciolo selvatico di Portonovo (Ancona), le aringhe salate a affumicate del Presidio norvegese di Sunmore. Proprio ieri è giunta in città la delegazione norvegese titolare dell’unica azienda del paese nordeuropeo che secca e affumica le aringhe ancora con l’antico metodo tradizionale di affumicatura.
I norvegesi saranno protagonisti, insieme ad alcuni rappresentanti della Comunità del Cibo istriana della piccola pesca, nel convegno dedicato alla costituzione della Comunità del Cibo del Brodetto (Istituto Alberghiero, ore 16.30) al quale interverranno anche il governatore regionale Slow Food Antonio Attorre, Renato Novelli e Gino Troli, ai quali toccherà il compito di illustrare l’ultimo progetto di Slow Food San Benedetto “Il museo diffuso delle tradizioni alimentari? che mira a creare un circuito museale in città con sedi fisse e itineranti (edifici pubblici e ristoranti) con l’obiettivo di valorizzare le tecniche dellaAgr piccola pesca e le tradizioni gastronomiche ad essa storicamente legate. Nel corso del convegno saranno degustate sia le aringhe norvegesi, sia alcune specialità marinate istriane.
Ma il programma della giornata di domani è molto ricco e articolato. Si comincia alle 8.30 alla banchina portuale dove è in programma fino alla 13.30 un’escursione in barca con pranzo a bordo. Alle 11 all’Istituto Alberghiero è in programma il primo Laboratorio del Gusto “L’aceto, di necessità virtù: da metodo di conservazione ad elemento gastronomico?, dedicato all’uso di questo condimento molto tipico della campagna picena e al suo rapporto con le pietanze di pesce. Dalle ore 12 alle 20 rimarranno aperti invece gli stand del “Pesce sulla banchina?, mentre alle 20.30 sono in programma nei ristoranti del circuito Le Stagioni del Mare le cene a tema in undici ristoranti del territorio. I ristoranti proporranno i menù a tema anche nella giornata di domenica a pranzo e cena. Nei caffè Sciarra, Florian, Elephant, Roma e Pala a Prora sarà invece possibile degustare fino a domenica aperitivi di pesce in abbinamento a vini Piceni. L’evento è organizzato con il contributo dell’Assessorato alla Pesca della Regione Marche, dell’Unione Europea, del Ministero delle Politiche icole, del Comune di San Benedetto del Tronto e con il patrocinio della Provincia di Ascoli Piceno.
Le prenotazioni vanno effettuate direttamente ai ristoranti.
Per informazioni su tutto il resto del programma 329.9724472

Segue la lista dei ristoranti aderenti al circuito “Le stagioni del mare”
Caserma Guelfa (0735.753900) La coda di rospo
Il Gambero da Tatuscia (0735.587349) Battuti e pesti
Il Grillo (0735.581103) I marinati
Lacchè (0735.582728) Le minestre
Locanda Borgo Antico (0735.634357) Lo stoccafisso e il Baccalà
Messer Chichibio (0735.584001) Il brodetto alla sambenedettese
Mattia (0735.659597) Il pesce e le verdure
Il Pescatore (0735.83782) La frittura di paranza
San Savino (0735.90329) Lo stoccafisso e il baccalà
Tropical (0735.581000) I crudi
Da Vittorio (0735.81114) Le frattaglie di mare

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)