SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tre categorie di gare per 27 giovani barman che frequentano 9 istituti alberghieri di tutta Italia (dalla Sicilia alla Romagna, passando per la Campania e la Toscana). Una competizione che è stata concepita nel ricordo di Emidio Galiè, uomo politico, docente presso l’Ipssar e grande professionista nel campo del beverage, prematuramente scomparso nel 2004. L’organizzatore del concorso, il professore dell’Ipssar di San Benedetto Stefano Isidori, lo ha ricordato come un grande amico ed uno stimato docente, autore di libri di testo impiegati dagli istituti alberghieri di tutta Italia oltre che di articoli apparsi su varie riviste professionali.

La prima edizione del concorso nazionale “Città di San Benedetto del Tronto? coincide con il primo anno di attività della rinnovata sede dell’Ipssar; una sede unica che ospita le classi finora disseminate in plessi periferici, grazie ad una sopraelevazione voluta dalla Provincia e costata 1.800.000 euro.  I prodromi dell’attuale concorso si sono avuti durante l’estate 2005 con una competizione riservata a barman marchigiani e abruzzesi ospitata dal Gran Caffè Sciarra.

Ma veniamo al concorso 2006, di grande respiro nazionale. Le gare si sono tenute nella giornata di mercoledì 10 maggio e i premi principali sono stati tre:

–         premio “Città di San Benedetto? per il migliore long drink
–         memorial “Emidio Galiè? per la categoria sparkling
–         memorial “Adriano Ciccarelli? per i drink al caffè
 

Adriano Ciccarelli è stato il patron del Gran Caffè Sciarra e l’artefice del rilancio gestionale dello storico bar agli albori degli anni ’90. All’interno della manifestazione, inoltre, c’è stata anche una serie di premi minori, a partire dal premio “Vincenzo Ciceroni? per la migliore decorazione – Ciceroni è stato un grande barman del decennio passato, anch’egli prematuramente scomparso –  ed alcuni premi legati agli sponsor principali. A livello goliardico, è stata organizzata una gara di cocktail mix a cui hanno partecipato i docenti accompagnatori.

Le giurie dei tre concorsi principali hanno analizzato i drink in base ad una valutazione tecnica e ad una valutazione gustativa. La prima è stata appannaggio di un gruppo di barman dell’importante associazione AIBES, mentre la commissione di degustazione è stata composta da personaggi del mondo del beverage sambenedettese. Nella gara ogni concorrente ha preparato 4 drink, con 5 minuti di tempo per gli short e 7 minuti per i long drink

Il concorso rappresenterà una vetrina nazionale per l’Ipssar di San Benedetto e, nelle intenzioni degli organizzatori, un’occasione formativa per i ragazzi concorrenti, all’interno di un confronto con altre realtà territoriali e scolastiche.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.405 volte, 1 oggi)