SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si ricomincia. I rugbysti sambenedettesi sono pregati di salire in carrozza. Dopo la tribolata seconda fase (interregionale) della stagione, gli uomini di Sergio Pignotti domenica prossima, allo stadio Ballarin – si comincia alle 15,30 – inaugureranno la lunga rincorsa alla promozione in serie B.
I rossoblu, insieme ad altre 15 formazioni, sono inclusi nel raggruppamento 2 (nell’altro partecipa lo stesso numero di squadre), quello dell’area Centro-Sud.
Dalle otto semifinali in programma (il 14 il match di andata, il 21 maggio il ritorno), usciranno i nomi delle squadre che il 4 e l’11 giugno si giocheranno il diritto di salire al “piano di sopra?. Stesso discorso per l’Area Nord.
La Federazione intanto, dopo giorni di attesa, ha comunicato gli abbinamenti. Voci di corridoio davano il Rugby Samb opposto a Ostia o Bari. Niente di più falso; il prossimo avversario dei rivieraschi sarà Noceto, formazione parmigiana, qualificata alla fase nazionale grazie al secondo posto guadagnato nel raggruppamento che ha affrontato la fase 2, con le conterranee Ferrara, Bologna e Cesena.
«Un bello schiaffo – esordisce coach Pignotti – ci aspettavamo un avversario più “morbido? e invece avremo di fronte quanto di meglio presenta il panorama rugbystico di terza serie. Una realtà dalla tradizione radicata».
Il coach rivierasco in ogni caso, pur ammettendo la forza dei nocetani, non intende darsi vinto in partenza. «Non è nel mio stile fasciarmi la testa prima del tempo. Dovrò trasmettere questa fiducia anche ai ragazzi, che non dovranno pensare di essere più deboli. Sarà dura, ma ce la giocheremo, ne sono convinto. La chiave di volta sarà proprio l’aspetto mentale».
Venerdì intanto per i rossoblu l’ultimo allenamento prima della gara. Tutti a disposizione dell’allenatore sambenedettese. Il solo Gagliardi, che deve ancora scontare la maxi-squalifica rimediata nella fase precedente, non sarà del match.
LA TRADIZIONE MADE IN NOCETO I gialloblu, espressione rugbystica di una città di circa 11 mila abitanti in provincia di Parma, festeggiano proprio quest’anno i 25 anni di storia. Dalla loro hanno svariati campionati  in serie B e, soprattutto, partecipazioni, ininterrotte, dall’85 al ’97, in A.
Un curriculum che può peraltro dirsi impreziosito dai gettoni in magli azzurra degli atleti nocetani Daniele Tebaldi, Filippo Frati e Massimo Giovanelli.
Nel ’99 il sodalizio nocetano ha fondato, assieme all’Amatori Rugby Parma, il GrAN Rugby (Gruppo Amatori Noceto), società che partecipa alla Findomestic Super 10 e alla Skoda Cup.
REGOLAMENTO Tra Samb e Noceto passa alla finale – nella quale troverà una fra U.S. Primavera e Reggio Calabria – la squadra che nel computo delle due gare avrà fatto più punti. In caso di parità conteranno il numero di mete realizzate; dovesse persistere l’equilibrio verrà premiato il miglior coefficiente, ovvero il rapporto tra le partite effettuate e i punti segnati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)