La primavera è sinonimo di vita e per la “filieracorta Picena” si apre una nuova stagione, condita da nuovi ed accattivanti prodotti che con il tempo stanno attirando sempre più consumatori Piceni verso l’agricoltura biologica nostrana. Le fragole, le ciliegie, i carciofi…sono solo alcuni dei prodotti che possono essere definiti attualmente come il fiore all’occhiello di tale periodo ove la produzione, con il passare del tempo e con l’appropinquarsi della stagione estiva, sta divenendo sempre più attraente e succulenta.
Ma tale periodo vuole essere anche propizio alla formazione di una coscienza biologica e per far ciò cosa c’è di meglio se non far visita direttamente alle aziende agricole biologiche locali? È proprio questa la filosofia della “Primavera Bio”, iniziativa promossa dall’AIAB – Associazione Nazionale per l’Agricoltura Biologica – e recepita con entusiasmo dalla Provincia di Ascoli Piceno, la quale mira ad instaurare un contatto diretto fra i produttori del biologico ed i gruppi di acquisto o singoli consumatori attraverso iniziative mirate quali fiere, visite didattiche, laboratori e degustazioni in azienda.
Se il primo appuntamento è stato quello della fiera del 1° maggio di Porto Sant’Elpidio, il clou di tale manifestazione si avrà nelle giornate di domenica 14 e 21 maggio: si potrà, ad esempio, sperimentare direttamente la raccolta e la degustazione di ciliegie presso l’azienda Malavolta di Massignano, di carciofi presso l’Azienda Agrituristica Francesconi di Monte San Pietrangeli, di oli pregiati presso l’Azienda “Cartofaro”. Si potrà anche vedere di persona come funziona una fattoria biologica, ospitati per una giornata dall’azienda “Conca d’Oro” (meglio conosciuto come Agriturismo Villa Cicchi) di Ascoli Piceno che proporrà anche una escursione in groppa ad asini.
Tutte iniziative che hanno un solo scopo – evidenzia l’Assessore provinciale Avelio Marini – quello di intervenire sulla cultura, soprattutto di chi si sta avvicinando da poco al biologico, attraverso la visita mirata di aziende agricole, anche al fine di far capire il perché della qualità superiore di un siffatto prodotto agricolo. Le informazioni sia inerenti il programma dettagliato della Primavera Bio, sia del progetto “filieracorta Picena”, si possono ottenere sul sito www.filieracorta.org, oppure telefonando al numero verde 800 340 303.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 642 volte, 1 oggi)