SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Appuntamento di assoluto rilievo quello che venerdì 12 maggio, alle ore 10, sarà ospitato dall’Auditorium del palazzo Comunale. San Benedetto, in quell’occasione, avrà la possibilità di conoscere più da vicino un personaggio dalla caratura di Antonio Dal Monte, già direttore dell’Istituto di Scienza e Medicina dello Sport del Coni, componente della Commissione medica del Cio e della Commissione antidoping della Iaaf.
Nel corso dell’incontro, sul tema “Il ruolo dello sport nella formazione dei giovani?, sarà presentata alla cittadinanza l’indagine realizzata dall’ufficio sport del Comune di San Benedetto “Come vivono e praticano lo sport gli studenti di San Benedetto del Tronto?? che ha coinvolto tutte le scuole di ogni ordine e grado e gli studenti dai 9 ai 15 anni di età. A tutti i partecipanti sarà consegnata una copia della ricerca.
Fra gli altri interverranno il vice-presidente della Regione Marche, Luciano Agostini, l’assessore allo sport della Provincia di Ascoli Piceno Nino Capriotti, il presidente del Comitato provinciale del Coni di Ascoli Piceno Aldo Sabatucci e il dirigente del CSA-Miur di Ascoli Piceno Romualdo Discenza.
CHI E’ ANTONIO DAL MONTE Antonio Dal Monte, docente di medicina dello sport e fisiologia umana, specialista in pneumologia (malattie dell’apparato respiratorio), in medicina aeronautica e medicina del lavoro, ha pubblicato più di 400 articoli ed è autore di decine di libri.
Ha istituito e diretto l’Istituto di Scienze dello Sport del Coni. Nel ciclismo ha inventato le ruote lenticolari (quelle, per intenderci, che vengono utiliazzate nel ciclismo a crono; nella fattispecie sono ruote senza raggi e cerchione costituite da due dischi biconvessi saldati al mozzo) e disegnò una posizione particolare in sella che consentì, tra l’altro, il record dell’ora di Francesco Moser e la conquista di molti altri importanti allori.
Dal Monte può peraltro vantarsi aver seguito la preparazione atletica di Diego Armando Maratona, quando il Pibe de oro si accingeva a giocare i Mondiali in Messico e in Italia. E’ inoltre appassionato di canoa, motonautica (è stato campione europeo di questa disciplina) e carabina (ha vinto un titolo italiano).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)