ACQUAVIVA PICENA – «Un sentimento profondo ci accomuna: entrambi amiamo i ragazzi, che devono essere educati a crescere, a maturare, a vivere». Così scrive, riferendosi ai docenti, Vittorino Andreoli nella sua ultima fatica editoriale, Lettera a un insegnante, pubblicata lo scorso anno dalla Rizzoli.
Il noto psichiatra e scrittore interverrà sabato 13 maggio ad Acquaviva Picena, alle ore 17, presso la panoramica chiesa San Francesco: l’autore presenterà il suo recente successo letterario, rivisitando, per l’occasione, la nutrita attività narrativa che lo ha visto protagonista, nella quale ampio spazio è stato riservato, fra le altre, alle problematiche relative alla famiglia ed all’universo giovanile.
Seguirà un interessante dibattito sul tema, introdotto dall’assessore alla Cultura prof. Teodorico Compagnoni.
Continua così la serie degli “incontri con l’autore”, nata quattro anni or sono su iniziativa di Compagnoni allo scopo di risvegliare ed incentivare nei cittadini l’interesse per la cultura, in tutti i suoi svariati aspetti. Dopo Antonio Spinosa, Arrigo Petacco, Vincenzo Centorame e Giordano Bruno Guerri, sarà di scena, stavolta, la psicologia con Vittorino Andreoli.
Laureato in Medicina e Chirurgia, l’illustre ospite è uno dei più autorevoli psichiatri italiani, attività che alterna a quella di narratore. Nel suo eccellente curriculum vanta collaborazioni con prestigiose università nazionali ed internazionali quali Milano, Harvard, Cornell e Cambridge. Attualmente è direttore del Dipartimento di Psichiatria di Verona – Soave e membro della The New York Academy of Sciences, nonché della World Psychiatric Association. Sostenitore della tesi che l’ambiente contribuisce fortemente a strutturare la biologia della follia, si occupa, per professione, di quella che anticamente era considerata una malattia innominabile ed erroneamente ritenuta di origine divina (laddove causata, al contrario, dalla miseria): la pazzia.
Tornando alla conferenza in oggetto, a quella con il prof. Andreoli seguiranno altre tavole rotonde nelle quali si alterneranno personaggi della scienza (vedi Piero Angela e Danilo Mainardi), storia, cinema e teatro.
Gli “incontri con l’autore?, che si avvalgono della collaborazione della Libreria Nuovi Orizzonti di San Benedetto del Tronto, «sono organizzati – spiega l’assessore Compagnoni – sulla base di richieste e proposte che periodicamente i cittadini ci fanno pervenire e sono finanziati, oltre che dal Comune, dal lodevole contributo di privati, mossi esclusivamente dall’amore per la cultura».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 449 volte, 1 oggi)