SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se ne parlava da tempo, ora c’è l’ufficialità: dal 1 giugno il dott. Maurizio Belligoni lascia la direzione della Asur 12 di San Benedetto, promosso a direttore dell’Agenzia sanitaria regionale. Belligoni, cinquantasei anni, aveva già ricoperto un incarico nella ex Asl 4 di Senigallia e ha rivestito l’incarico di direttore del Dipartimento di salute mentale. Prende il posto del dott. Giuseppe Zuccatelli, al quale era stato affidato temporaneamente l’incarico nel dicembre scorso. Belligoni era stato nominato direttore della Asur 12 il 1 gennaio 2004, “in quota? Rifondazione comunista, al posto del dott. Mauro Marabini, Ds, e il suo mandato sarebbe scaduto alla fine di quest’anno.
La decisione è stata presa dalla giunta regionale delle Marche, simultaneamente all’individuazione di cinque “aree vaste?, che rappresenteranno un livello intermedio tra la Asur centrale di Ancona e i vari territori, per organizzazione i servizi ed evitare sprechi su scala provinciale. Le cinque aree sono le seguenti: la 1, per Pesaro, Urbino, Fano; la 2, per Senigallia, Jesi, Fabriano e Ancona; la 3, per Civitanova Marche, Macerata e Camerino; la 4, per Fermo; la 5, per Ascoli e San Benedetto. I cinque direttori saranno nominati prossimamente. Per l’area 5 si parla del dott. Marabini.
Il sostituto del dott. Belligoni verrà nominato a breve, dopo che il direttore generale della Asur, dott. Antonio Aprile, avrà segnalato alla giunta regionale una terna di nomi, all’interno della quale individuare il prossimo responsabile. I nomi verranno poi comunicati alla conferenza dei sindaci dei quattordici Comuni che fanno riferimento a San Benedetto in materia di sanità, per un parere.
In pole position l’attuale direttore della Asur 10 di Camerino dott. Giuseppe Petrone, già direttore sanitario a San Benedetto ai tempi della direzione del dott. Marabini, oggi direttore della Asur 13 di Ascoli.
«Il nome di Petrone sarà presente nella terna», anticipa l’assessore alla Sanità Almerino Mezzolani, «Si tratta di una persona stimata, che ha sempre lavorato bene, di indubbie qualità». Nessuna anticipazione, invece, sugli altri due nome della terna. «Comunicherò i nomi alla giunta regionale all’inizio della prossima settimana», precisa da parte sua il dott. Aprile. Il dott. Petrone conferma ciò che aveva già detto alcune settimane fa a Sambenedettoggi: «Non sono stato assolutamente contattato. In questo momento sono a Camerino e lavoro».
Infine lo stesso Belligoni: «Ovviamente son contento, non è una cosa da poco. L’Agenzia ha infatti una funzione di ricerca epidemiologica, di orientamento e coordinamento delle scelte della Regione sulla sanità, per l’appropriatezza e la qualità dei servizi. È uno dei motori del cambiamento in questo settore. Il bilancio del mio lavoro a San Benedetto? Lo farò alla fine. Ci sono ancora venti giorni e intendo svolgere in pieno il mio lavoro. Devo portare a termine alcune cose, di cui darò notizia nei prossimi giorni». Si ricorderà peraltro la serie di lavori all’ospedale di San Benedetto, annunciata poche settimane fa dal direttore oggi in partenza.
«In questo modo miglioreremo la gestione logistica ed amministrativa», dichiara il vicepresidente della Regione Luciano Agostini, che ha presieduto la giunta causa impegni del presidente Spacca. I criteri utilizzati per l’indivdiuazione della aree sono stati i seguenti: assetto demografico e della rete socio sanitaria, aree di sofferenza, flussi di mobilità sanitaria, assetto degli insediamenti abitativi e produttivi, viabilità e contesto economico–produttivo. Più precisamente, le funzioni delle Aree saranno disciplinate da apposito regolamento predisposto dal direttore dell’Asur.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 988 volte, 1 oggi)