SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 9 maggio del 1950 Robert Schuman, ministro francese degli Affari Esteri, in collaborazione con il suo amico e consigliere Jean Monnett, redigeva una importante dichiarazione che avrebbe dato origine al processo di integrazione europea.
In occasione della ricorrenza, da sei anni è consuetudine lo svolgersi della “Festa dell’Europa?, organizzata dall’Amministrazione Provinciale in collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado del territorio.
Con inizio alle ore 9 al teatro “Calabresi? gli studenti, guidati dai loro insegnanti, eseguiranno brani musicali, teatrali, cori, balletti per ricordare Schuman e gli altri grandi padri dell’Unione Europea come Alcide De Gasperi, Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Konrad Adenauer. Molte le autorità civili presenti, a partire dal presidente della Provincia Massimo Rossi e dall’assessore alle Politiche Comunitarie Nino Capriotti.
“Occorre rinnovare l’impegno per la costruzione di un’istituzione comunitaria che non significhi solo economia, libero scambio, circolazione di uomini e merci, ma anche illuminata costruzione politica e morale che sappia interpretare le istanze “dal basso? di enti locali, associazioni e cittadini per diffondere gli ideali di pace, democrazia, solidarietà e fratellanza? ha affermato il presidente Rossi.
Nell’occasione verrà illustrata brevemente l’organizzazione dei servizi in materia di politiche comunitarie della Provincia, in particolare dello sportello “Eurodesk?, il network informativo rivolto ai giovani dai 18 ai 25 anni.
Correlata alla Festa ci sarà la premiazione per gli alunni vincitori del concorso promosso dall’ Istituto Alberghiero di San Benedetto, che prevedeva la stesura di un saggio breve sui temi dell’Europa. I premi verranno consegnati dall’eurodeputato on. Luciana Sbarbati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 303 volte, 1 oggi)