Zini: «Purtroppo non siamo riusciti a salvarci sul campo. Ci tenevamo molto anche per dimostrare a tutti che non abbiamo falsato il campionato. Non conosciamo ancora la nostra avversaria, dal momento che ci aspettiamo dei punti di penalizzazione. Meglio il Lumezzane del San Marino. In avanti il San Marino ha giocatori molto forti e di esperienza. Ma se giochiamo con la determinazione e la grinta di oggi non dobbiamo temere nessuno. Recupereremo anche gli infortunati. Sono contento per Akassou che è riuscito a realizzare il gol del vantaggio. Abbiamo giocato un anno insieme a Pistoia in serie B, tutti e due centrali e per questo l’intesa è stata buona. Un grande plauso va al pubblico per come ci ha incitato oggi, veramente eccezionale».
Yantorno: «Stavo aspettando il gol da molto tempo. Spesso ci sono andato vicino. Sono felice che sia servito a vincere la gara. Adesso la squadra è in forma e affronteremo i play-out con la giusta concentrazione».
Macaluso: «Hanno cercato di provocarmi, ma non ci sono cascato, gli avversari mi venivano vicino, mi si buttavano addosso cercando il contatto, ma ho sempre evitato. Sono contento della mia prestazione, ma soprattutto di quella della squadra. Per noi qualsiasi squadra va bene, noi vogliamo salvarci e siamo determinati nel raggiungere questo obiettivo.
Bagalini: «Sono felice del risultato tra l’altro meritato, abbiamo giocato bene. In campo c’era tensione perché ci tenevamo a afre bella figura nell’ultima gara di campionato davanti al nostro pubblico. L’importante è che ci aiutiamo e che ci sacrifichiamo. Play out con il San Marino? Non guardiamo chi incontriamo, dobbiamo prepararci al meglio. Il silenzio della settimana ci è servito per stare più uniti, siamo stanchi di sentire ogni giorno situazioni diverse».
Nassi (attaccante Padova): «Mi dispiace che si sia venuta a creare questa situazione a San Benedetto, la tifoseria e la città non meritano questo. E’ ora di dire basta a questi signori che arrivano nel mondo del calcio e poi creano determinati problemi. Spero che la Samb si possa salvare sul campo. Il Padova è venuto a San Benedetto per onorare il calcio e non per fare una vacanza, ed è logico che ci tenevamo a vincere l’incontro, o almeno uscire imbattuti dal Riviera. Spero di rimanere al Padova, per dimostrare tutto il mio valore ai tifosi e al presidente. Purtroppo un grave incidente ai crociati in precampionato non mi hanno permesso di giocare fino a febbraio».
La Grotteria (attaccante Padova): «La Samb non è squadra che merita i play-out, malgrado le assenze ha giocato un buon calcio ed è riuscita a vincere meritatamente la partita. Il Padova chiude un campionato, che l’ha visto in zona play-off per gran parte del torneo, poi in un mese ci siamo giocati tutto. Sono contento del mio campionato, ho realizzato 12 reti e spero di migliorare ancora il prossimo anno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 601 volte, 1 oggi)