SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due punti di penalizzazione per la Samb. Per ora. E questo significa che i rossoblù si giocheranno la salvezza ai play-out. Ininfluente ai fini della salvezza diretta l’eventuale vittoria di domani, contro il Padova, perché a quel punto la Samb si ritroverebbe a 40 punti, al massimo a pari punti con il Pizzighettone, da cui sarebbe scavalcata perché i lombardi hanno una differenza reti maggiore.
Inoltre la Commissione Disciplinare ha inibito Alberto Soldini per quattro mesi, anche se l’uomo di Roma da tempo non ha più un rapporto diretto con la Samb e inoltre lunedì, a meno di clamorosi sviluppi, vedrà decretata fallita la Samb.
A proposito di vicende clamorose, Soldini sta tentando di presentare un gruppo pronto a rilevare la Samb al Tribunale di Ascoli. In quanto alle informazioni che trapelano, si tratterebbe di personaggi dell’area romana. Ma tutto fa pensare che la Samb non si salverà dal fallimento. Il commercialista sambenedettese Franco Zazzetta dovrebbe a quel punto essere incaricato come curatore fallimentare, e a quel punto tra i primi possibili acquirenti del titolo sportivo ci sono gli imprenditori sambenedettesi della May Day, già in contatto con l’avvocato Grassani di Bologna (tra i creditori che hanno richiesto il fallimento della Samb) per studiare in che modo agire per far restare il club rossoblu nella categoria più alta.
Ma decisivo, prima di ogni possibile discorso sul futuro, sarà centrare la salvezza sul campo, durante i play-out. La prossima settimana è atteso un ulteriore verdetto della Commissione Disciplinare sulla Samb, accusata di illecito amministrativo durante la gestione Mastellarini. La squadra rischia una mazzata, fino a dieci punti di penalizzazione, e quindi, conti alla mano, il penultimo posto.
Con quale spirito giocare la gara di domani con il Padova? La speranza è che, pur con la seconda penalizzazione, i tre punti di domani possano servire, quantomeno, a guadagnare una posizione nella griglia play-out.
Di seguito riportiamo la nuova classifica del C1/A.
Spezia 60*, Genoa 55, Monza 53, Teramo 52, Pavia 51, Cittadella 50, Salernitana 49, Novara 47, Padova 47, Pro Patria 44, Giulianova 43, Ravenna 43, Pizzighettone 40, Pro Sesto 38, Samb 37, San Marino 34, Lumezzane 32, Fermana 13**.
* promosso in B
** retrocessa in C2

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 946 volte, 1 oggi)