SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ore 23:00 di venerdì 5 maggio. Una Toyota Corolla con a bordo due giovani ragazze procede lungo via Volta in direzione nord-sud e gira a sinistra all’altezza dell’incrocio con via Giovenale, poco prima della gelateria “Trieste?. Nel frattempo uno scooter Piaggio 150cc procede immediatamente dietro l’utilitaria e, mentre cerca di sorpassarla alla sua sinistra, va a speronarla lateralmente. Imperizia dell’automobilista che non segnala l’intenzione di girare o eccessiva velocità dello scooter? Pare pressoché certo che lo scooter procedesse ad alta velocità, in quanto chi si trovava nelle vicinanze riferisce di aver udito uno stridente rumore di freni poco prima del violento urto.
La scena è alquanto drammatica. Lo scooter viene sbalzato contro il cassonetto dei rifiuti due metri più avanti: una signora che stava gettando delle buste evita di essere schiacciata per pochi centimetri. I ragazzi che erano a bordo dello scooter giacciono riversi sulla strada e le loro condizioni a prima vista sembrano preoccupanti, nonostante indossassero il casco. L’ambulanza sta arrivando dal lato sud di via Volta e si trova a pochi metri dal luogo dell’impatto quando accade un fatto alquanto strano. Uno dei due ragazzi, paradossalmente il più malconcio, alla vista del mezzo di soccorso si rialza e, pur se claudicante, imbocca via Giovenale e scappa verso il lungomare. I presenti riferiscono di averlo visto parlare al cellulare un attimo prima della fuga.
Timidi tentativi di ricerca non riescono a rintracciarlo. Sperando che non abbia riportato gravi lesioni, resta la curiosità sulle motivazioni della sua fuga. Probabilmente si è trattato di un normale stato choc in seguito alla caduta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 801 volte, 1 oggi)