SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «I giovani rappresentano una grande risorsa per la nostra città, la loro intraprendenza è il motore della nostra politica». Lo afferma l’ex consigliere comunale della Margherita Libero Cipolloni, di nuovo candidato alle elezioni del 28 e 29 maggio, che interviene a margine della diffusione si alcuni dati da parte dell’Eurispes sul rapporto tra i giovani e il mondo del lavoro.
«L’impegno di chi è chiamato ad amministrare», prosegue l’esponente del centrosinistra, «deve essere quello di non creare una generazione di emigranti, bensì di valorizzare e di lasciare il giusto spazio alla loro creatività. Lo scenario politico purtroppo, specie negli ultimi anni non è stato coerente con tale impegno, al contrario ha allontanato i nostri ragazzi. San Benedetto del Tronto rischia clamorosamente di “saltare? una generazione, rischia di regalare il suo bene più prezioso ad altre realtà territoriali».
«L’indagine di Eurispes Marche», è la conclusione, «è un segno tangibile. Infatti la frequentazione di Università come Bologna o Roma, seppur di maggiore prestigio rispetto a quelle locali, spesso trattengono i migliori studenti, questo ci inorgoglisce ma al contempo ci toglie la speranza di pensare in modo migliore al nostro domani. È necessaria una delega ad un giovane per i giovani, che sappia rappresentarli, ma che sappia soprattutto “trattenerli?. L’impegno, quindi è quello di creare delle iniziative di orientamento e di ascolto, di dialogo con le forze produttive, di confronto con realtà avanzate unendo scuola impresa e formazione professionale. Sono profondamente convinto che una città giovane come la nostra debba avere questa impronta, spero pertanto che prevalga la cultura del pensiero giovane e che quella famosa generazione “X? di Coupland riesca a trovare una vera identità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 436 volte, 1 oggi)