SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non sono rimasti sicuramente delusi i fans di Vinicio Capossela che tantissimi e puntuali si sono presentati all’appuntamento con il loro artista.
Puntuali, dato che il concerto aveva già registrato da tempo il tutto esaurito, e tantissimi se è vero, com’è stato, che gli oltre 600 posti del teatro Calabresi non sono bastati e molti appassionati godevano della musica dell’istrionico musicista dai corridoi laterali del teatro.
Capossela non si è certo risparmiato per il suo pubblico: una calda accoglienza ha dato il via al concerto alle 21.45, con il camaleontico artista (quattro i cambi d’abito nel corso del concerto) che è salito sul palco con una pelliccia ad intonare i brani del suo ultimo lavoro, ‘Ovunque proteggi’. Si inizia con ‘Non trattare’, a cui poi Vinicio, aggiungendo al suo travestimento una maschera sul viso per sembrare un vero minotauro, farà seguire ‘Brucia Troia’, e molte altre canzoni della sua ultima fatica discografica. Dialoga con il pubblico, lo intrattiene, lo fa ridere e concede anche un rapido scambio di battute a quanti cercano di attirare la sua attenzione rivolgendogli apprezzamenti e dichiarazioni d’affetto.
Seguono poi le vere ballate, come ‘Nel blu’ o ‘Dove siamo rimasti a terra Nutless’, con Capossela al piano per creare un’atmosfera più intima e raccolta.
La seconda parte del concerto dà il via ai tanti travestimenti dell’artista: prima esce coperto da una tunica e da una corona di rose per cantare ‘L’uomo vivo’, poi si vestirà da sultano per cantare ‘Marajà’. Scatena il pubblico con ‘Il ballo di San Vito’, per poi rientrare in scena sul finale vestito da soldato romano per ‘Al colosseo’. A terminare lo spettacolo, durato due ore e durante il quale si sono alternate moltissime canzoni, ‘Ovunque proteggi’ accompagnata dal lancio finale di coriandoli.
La scenografia è stata parte integrante del concerto: giochi di ombre si sono alternati dietro il cantante, e luci ‘magiche’ hanno invaso tutto il teatro. Un vero spettacolo, a cui il pubblico ha risposto, nelle ultime canzoni, concentrandosi in piedi sotto il palco ed esaltando il Capossela attore, intratttenitore, musicista, che si era già concesso un piccolo bagno di folla scendendo, durante il concerto, giù in platea.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 853 volte, 1 oggi)