SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Saimir è di origine albanese e vive con il padre in Italia. Il rapporto tra loro è conflittuale anche a causa della mancanza di comunicazione. Il padre vorrebbe riuscire a creare un futuro migliore per il figlio ma utilizza i mezzi sbagliati, andando spesso contro la legge. Saimir viene respinto dai coetanei italiani e trova rimedio alla sua tristezza frequentando un gruppo di rom che lo inizia alla microcriminalità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 201 volte, 1 oggi)