ASCOLI PICENO – La pallanuoto Delphinia torna in vasca dopo due settimane, in virtù della sosta pasquale e di una giornata di riposo, riprendendo il discorso esattamente dove l’aveva interrotto: prima della Pasqua i ragazzi di Attilio Garbati infatti avevano espugnato la piscina comunale dell’Aquila; sabato scorso è arrivato il quarto successo stagionale, al cospetto del neopromosso Fermo poco intraprendente e quasi rinunciatario. Meglio insomma, i sambenedettesi non potevano inaugurare il girone di ritorno.
Formazione al completo in casa Delphinia. Dopo il minuto di silenzio per ricordare i caduti a Nassiriya, i padroni di casa mostrano subito la ferrea volontà di riscattare il pareggio ottenuto all’andata. In pochi minuti arrivano 3 reti; l’attacco fermano riesce a tamponare in extremis con un gol. 3 a 1 alla fine del primo parziale.
Nel secondo tempo la musica non cambia: Marchionni, Clerici e Leli bucano la difesa ospite, riuscendo a contenere a distanza, grazie a un ottimo Marcelli e al solito Di Fulvio (molto positiva la prestazione del portierone della Delphinia), gli attacchi avversari.
Il terzo tempo vede un equilibrio di gioco, con entrambe le compagini attente a non concedere marcature agli avversari. Sblocca splendidamente la situazione Cacciagrano, ottenendo un parziale di 1 a 0.
Nel finale il Fermo rialza la testa e si butta in avanti, conquistando varie espulsioni, e ottenendo ghiotte occasioni gol. La Delphinia, nonostante subisca due reti, gestisce il vantaggio e chiude la partita sul risultato di 7 a 3, portandosi così a 4 punti di distanza dal Fermo e piazzandosi esattamente nel mezzo della classifica generale.
Prossimo appuntamento sabato 6 maggio contro l’Abruzzo Sport. Sede e orario dell’incontro sono però ancora da definire.
Per la Delphinia in acqua:
Luca Di Fulvio; Tonino Leli (2); Cesare Damiani; Antonio Marcelli; Silverio Marchionni (1); Antonio Bruni (2); Adolfo Rastelli; Marco Maduli; Gianvincenzo Clerici (1); Marco Massetti; Daniele Orlandi; Lorenzo Cacciagrano (1); Paolo Swec.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 389 volte, 1 oggi)