Handball Ancona-Hc Monteprandone 26-21 (13-8)
MONTEPRANDONE: Falà, Salladini, Antoniozzi (1), Poletti Fabio (1), Poletti Marco, Poletti Daniele, Veccia (4), Sciamanna, Romandini (4), De Cugni (7), Traini (1), Fanesi, Bisirri (3). Allenatore: Iadarola-Allegrini.
ANCONA – Inaspettata, ma tutto sommato indolore. Arriva la prima sconfitta stagionale per l’Hc Monteprandone, che sul campo dell’Handball Ancona vede interrompersi una striscia positiva lunga tredici giornate. Praticamente un intero campionato, ad eccezione, per l’appunto, dell’ultimo atto. Eppure il primo posto, in cassaforte ormai da diverse giornate, non è compromesso.
La giornata che conclude la stagione regolare e fa da prologo agli spareggi promozione vede i ragazzi del duo Iadarola-Allegrini cedere l’onore delle armi alla compagine dorica che, per l’occasione, schiera una formazione più forte, quell’under 21 capace di rifilare 26 reti – caso più unico che raro (solo il Cingoli, lo scorso 9 marzo, era riuscito a segnare 27 punti nella porta rossoblu) – alla difesa monteprandonese. Un campanello d’allarme? Non crediamo. Sia perchè la concentrazione di Fabio Poletti e soci non è stata impeccabile nell’ultima trasferta della regular season, sia perchè i rossoblu avrebbero anche potuta vincerla questa partita, se non avessero fallito 4 rigori e bomber Sciamanna, per la prima volta da inizio campionato a secco, non avesse sofferto per un fastidio all’inguine.
I padroni di casa, dal canto loro, hanno intrapreso una condotta di gara spigliata; sempre in avanti, sono riusciti a mantenere il vantaggio di 5 reti incamerato nella prima frazione di gioco (13-8). Troppo spreconi, come detto, gli ospiti non hanno saputo risalire la china, ma hanno dovuto sempre rincorrere, peraltro senza profitto.
Ora i play off. Si comincia sabato 6 maggio, alle 18. La capolista Monteprandone, riceverà la visita – la Federazione ha fatto sapere che la prima gara si disputerà in casa della formazione meglio classifica – della quarta in graduatoria, ovvero una fra Handball Ancona e Bastia. Partita secca, al termine della quale viene decretata l’avente diritto a disputare la finale in programma per il pomeriggio di domenica 14 maggio. Sciammanna e soci, naturalmente, vorranno esserci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)