SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giuseppe Fiscaletti non si presenterà alle elezioni amministrative del 28 e 29 maggio. La decisione era nell’aria da alcuni giorni, ma appare non meno clamorosa. Le motivazioni paiono legate alla spaccatura registrata nel centrodestra, con l’appoggio di Forza Italia all’ex sindaco Domenico Martinelli e la scelta delle altre componenti dello schieramento di candidare Edio Costantini.
Infatti, nonostante avesse annunciato di voler concorrere “in autonomia? alle elezioni, Fiscaletti intendeva forse guidare l’intero schieramento di centrodestra, o almeno una sua parte consistente, per avere reali chance di competere contro il candidato sindaco dell’Unione Giovanni Gaspari.
«Preso atto dell’indicazione fornita dalle forze della Casa delle libertà sulla persona di Edio Costantini quale candidato sindaco e, quindi, della presentazione di una lista civica a suo nome, appare opportuno esprimere le considerazioni finali di una vicenda politica che ha coinvolto me ed alcuni amici», si legge in un comunicato stampa firmato dallo stesso Fiscaletti.
Il comunicato prosegue e termina così: «A conclusione di un percorso di propositi e iniziative tesi a porre in essere relazioni trasversali tra politica e società civile, (caratterizzato da ampia disponibilità da uno schieramento ma anche diffidenza e poca sensibilità dall’altro) senza peraltro riuscire a trovare la sintesi per una riconoscibile partecipazione al confronto in essere per dare alla città un’efficace amministrazione, ritengo doveroso ritirare la mia candidatura a rappresentare un’iniziativa dell’associazione l’Albero verso una rinnovata partecipazione civile alla vita della città. Ringrazio tutti gli amici che con me hanno voluto condividere questo percorso, invitandoli a non disperdere la capacità, lo stile e quella sensibilità che ha caratterizzato la loro partecipazione e a rendersi disponibili nelle aree di sentita appartenenza».
I candidati sindaco restano al momento quattro in tutto: Campanelli (una lista a sostegno), Costantini (quattro liste), Gaspari (otto liste), Martinelli (due liste). L’ultimo nodo da sciogliere riguarda Pino Perotti, che annuncerà a breve la sua decisione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 437 volte, 1 oggi)