Spett.le direttore,
mi chiamo Fabrizio Taffoni, figlio del professore enrico che voi conoscevate bene! Lunedi ho assistito ad una sfilata degna del trofeo “piazza di Spagna” a Roma. Una quarantina di cavalli e cavalieri hanno invaso la spiaggia di San Benedetto percorrendo il tratto che va dalla zona Sentina fino al punto dove attualmente iniziano i lavori di ristrutturazione del lungomare, con la spiaggia superaffolata (visto il caldo africano di lunedi).
Tenga presente che faccio parte del Wwf e che ho ben 2 zii allevatori ed allenatori di purosangue da corsa al galoppo! Io sono stato uno dei primi (almeno penso) a telefonare ai carabinieri mentre molti altri hanno preferito vigili e polizia e c’è pure chi ha chiamato l’Asl, visto l’indecente “lascito naturale di rifiuti organici” da parte degli incolpevoli cavalli! Inoltre almeno 4 cavalieri che si sentivano novelli “frankie dettori” hanno inscenato sulla battigia una piccola gara di corsa corta.
Il tutto è durato parecchi minuti (immortalato da molte videocamere) e rimasto impunito, visto che delle forze dell’ordine (di ogni genere e categorie) non c’e’ stata traccia!
La maggior parte delle persone protestava perché, come è ben noto, esiste il divieto assoluto di portare cani e animali in genere in spiaggia mentre il cavallo si sa è regale e nobile e di conseguenza anche i suoi “bisognini” sono adeguati ai titoli di cui sopra…
Non ho visto nessun cavaliere scendere con guanto e paletta per recuperare il copioso escremento! Inoltre bisognerebbe ricordare che sono sempre cavalli e con tutti quei bambini di mezzo se anche uno solo di loro fosse preso dalla proverbiale pazzia di cui vanno noti non penso ci sia fantino che tenga! Questo sfogo, cari amici del giornale, non so se in qualche forma lo pubblicherete ma spero solo che in occasione del prossimo ponte del primo maggio non avvengano più cose del genere.
Ci sono agriturismi e campagne sul lungo-tronto e tanti altri posti per questo genere di cose ma in spiaggia ci deve stare possibilmente solo sabbia, qualche sasso, telline, vongole e granchietti.
Grazie per avere ascoltato il mio sfogo!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 341 volte, 1 oggi)