SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Centrodestra diviso alle elezioni amministrative del 28 e 29 maggio a San Benedetto. Forza Italia appoggerà la candidatura dell’ex sindaco Domenico Martinelli, che sarà sostenuto anche da una lista comune tra Pri e “Lista Martinelli?.
Il resto della Casa delle libertà, invece, ha sottoscritto stanotte all’Hotel Quadrifoglio un accordo sul nome di Edio Costantini, presidente nazionale del Centro sportivo italiano (Csi), già capogruppo Dc nel consiglio comunale di San Benedetto dal 1988 al 1993, con i sindaci Ripani e Cameli. Sarà sostenuto da An, Udc, Lega nord, Nuovo Psi-Dc, liste civiche “Benessere e sviluppo? e “Riviera delle Palme?.
Come si vede, ritirano la loro candidatura a sindaco Paolo Forlì (Nuovo Psi-Dc), Giovanni D’Angelo e Sirio Papetti. Questi ultimi due daranno vita ad un’unica lista civica, a sostegno di Costantini. Tablino Campanelli (lista “San Benedetto per San Benedetto?) conferma la sua candidatura, mentre Giuseppe Fiscaletti e Pino Perotti stanno ancora valutando se presentarsi.
I candidati sindaco saranno quindi quattro: Campanelli, Costantini, Gaspari (per l’intero centrosinistra: dieci partiti, raggruppati in sette liste), Martinelli. Più le incognite Fiscaletti e Perotti.
Sebbene il documento diffuso al termine dell’ennesima estenuante riunione all’Hotel Quadrifoglio dai partiti della Casa delle libertà sia firmato anche dal coordinatore provinciale di Forza Italia Gianluigi Scaltritti, il comunicato stampa specifica: «Il coordinamento provinciale di FI, preso atto e condiviso il percorso politico e programmatico che ha condotto alla candidatura di Costantini, rimetterà agli organi competenti di FI la valutazione dell’accordo che sigla la piena unitarietà dei partiti della Cdl».
Tradotto: il coordinatore regionale Remigio Ceroni decide di allearsi con Martinelli, che peraltro era già stato candidato alla Camera dei deputati alle politiche del 9 e 10 aprile.
Delegato a consegnare in Comune la lista con i 30 candidati consiglieri di Forza Italia, con indicazione del candidato sindaco, è il consigliere regionale Vittorio Santori, che spiega e accusa: «Forza Italia va con la propria lista e sostiene il candidato Martinelli. La linea seguita da Scaltritti evidenzia ancora una volta i problemi interni del partito, che verranno affrontati dai suoi organi e dagli iscritti. Prima di presentarci agli alleati avremmo dovuto risolvere questi problemi interni, ma con An e Udc è mancato un dialogo nel corso del tempo. Sull’argomento “candidato sindaco di San Benedetto? si sono confrontati solo all’ultimo momento».
«Se la Lista Martinelli sarà più forte del resto della Cdl», prosegue Santori, «vorrò vedere se gli altri daranno il loro appoggio in sede di ballottaggio o se non andranno a votare. Mi interessa questo. Ma chi voterà per Martinelli avrà dato alla nostra compagine la possibilità di governare senza pressioni politiche: certo legittime, ma che in passato sono arrivate a mettere in discussione il programma condiviso. Se oggi abbiamo dei problemi è perché qualcuno non si presentava in consiglio. Quanto infine alla composizione della lista stiamo aspettando gli ultimi indecisi. L’elenco verrà fatto dal coordinatore comunale, sentito quello provinciale, e infine ratificato da quello regionale. In caso di conflitto, naturalmente, decide il regionale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 880 volte, 1 oggi)