MONTEPRANDONE – Si infrangono contro il muro della Vis Civitanova i sogni di finale di Coppa Marche del Real Centobuchi. Il 3 a 0 permette ai rossoblu di passare il turno solo grazie alla migliore differenza reti essendo. Vis, Montottone e Real infatti, in classifica sono appaiate a quota 3 punti.
Il Real Centobuchi ha retto bene il campo per tutto il primo tempo, con un paio di brividi per il portiere Sciamanna che respinge di pugni le conclusioni degli attaccanti della Vis.
Quattro i momenti chiave dell’incontro: la traversa colpita dalla Vis alla mezz’ora su un calcio di punizione dal limite dell’area con il pallone che ricade sulla linea di porta (il risultto era ancora fermo sullo 0 a 0); il calcio di rigore assegnato allo scadere del primo tempo con i padroni di casa che si portano in vantaggio; l’occasione sprecata da Galiè in avvio di ripresa (per il possibile 1 a 1) che solo davanti alla porta spara addosso al portiere; il rigore non assegnato dall’arbitro (non idonea la direzione di gara di un diciottenne per una semifinale di coppa, nda) per un fallo in area subìto da Amatucci sul 3 a 0 per i locali.
Dopo aver incassato il secondo gol il Real Centobuchi ha mollato la presa sui suoi avversari cercando in ogni modo di accorciare le distanze e sperare ancora nella qualificazione. Ma la realizzazione della terza rete spegne ogni speranza di rimonta in quanto era necessario, da parte del Real Centobuchi, pareggiare l’incontro per passare il turno.
Resta, senza dubbio, la soddisfazione di essere arrivati fino a questo punto ad un soffio dalla finale, ma ci sono gli altri impegni da onorare, come l’ultima giornata di campionato tra le mura amiche (sabato 29 aprile, alle ore 16, presso il campo comunale di Centobuchi, nda) contro un Castignano obbligato a vincere e poi le prime due gare dei play off contro una tra Montottone e Castigano.
A fine partita la delusione sui volti degli sostenitori del Real, giunti a Civitanova in pulman insieme alla squadra, è grande. Il vicepresidente Ferrara Patrizia racchiude in poche parole il giudizio sull’incontro: «Nonostante le occasioni avute non abbiamo giocato come nostra consuetudine. Mi dispiace per i ragazzi, ma posso dire che quest’anno ci hanno regalato delle belle soddisfazioni. Questa sconfitta mi auguro funga da stimolo per affrontare al meglio i prossimi impegni».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 304 volte, 1 oggi)