SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Porto d’Ascoli vuole lasciare il segno. Un successo contro l’Appignanese, nell’ultima gara della stagione (all’andata terminò 2-1 per i biancocelesti), mitigherebbe, anche se solo in parte, la delusione per il mancato accesso ai play off.
«Scenderemo in campo per vincere, come abbiamo sempre fatto nel corso di questo campionato – ha commentato il tecnico Dino Grilli – Non sarà una gara semplice, perché l’Appignanese deve salvarsi, tuttavia vorremmo chiudere il torneo conquistando i tre punti».
Niente turn over quindi per i biancocelesti: spazio al solito undici titolare. Tra i pali Marco Induti. Difesa a tre con al centro Capecci, affiancato da Alessandro Induti e Giorgini; a centrocampo Palanca e Rocchi in mezzo con Sansoni e Forino sugli esterni. Straccia spostato in avanti a supporto delle due punte Di Felice e Clementi.
«Colgo l’occasione per fare un plauso ai giovani della Juniores Santarelli e Pignotti che si sono mostrati all’altezza della situazione sabato scorso nella partita casalinga contro l’Acquaviva» ha concluso mister Grilli.
Non saranno dell’incontro l’attaccante Del Toro e Pompei. Il bomber belga sta proseguendo la terapia alla caviglia che gli ha precluso lo scorcio conclusivo di stagione. Il difensore biancoceleste invece dovrà operarsi per togliersi una fastidiosa ernia inguinale. Rientrano Andrea Induti e Giorgini. In dubbio l’utilizzo di Marconi Sciarroni dolorante alla schiena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 302 volte, 1 oggi)