SPINETOLI – Guardi un bambino che corre dietro ad un pallone e vedi nei suoi occhi l’allegria e la spensieratezza di chi non smetterebbe mai di tirare calci a quella palla pezzata. Provate a moltiplicare per millecinquecento. Il risultato? Baby Cup. Baby che? Baby Cup, o meglio ancora: Trofeo Nazionale Città di Spinetoli, manifestazione giunta all’11esima edizione, promossa dall’Associazione Sportiva Ama e patricinata dal Coni e dal comune della cittadina picena, con il sostegno della Regione Marche, dell’Amministrazione Provinciale e della Prefettura di Ascoli Piceno.
SEI REGIONI IN GARA. L’originalissimo torneo si è tenuto dal 23 al 25 aprile, coinvolgendo 66 squadre (almen 1.500 bambini) – 18 della categoria Esordienti, 48 dei Pulcini -, provenienti da 6 regioni italiane (Marche, Abruzzo, Umbria, Lombardia, Puglia e Lazio), e migliaia di persone, che nel corso delle centinaia di partite che si sono disputate tra i campi di Stella di Monsampolo e i tre di Spinetoli, Ama Campus compreso, hanno raggiunto la cittadina della vallata del Tronto.
Tre giornate di sano divertimento, con famiglie, parenti, conoscenti e semplici cuoriosi che hanno animato una manifestazione che ha pochi eguali nel panorama nazionale. Il calcio, naturalmente, al centro dell’attenzione, ma anche il semplice stare insieme, con gli stand gastronomici allestiti presso lo splendido scenario dell’Ama Campus e il grande pranzo tenutosi nella giornata conclusiva, nella vicina Tensostruttura di Pagliare, con circa un migliaio di partecipanti.
GIORNATA CONCLUSIVA. E proprio martedì 25 abbiamo visto all’opera tutte le 48 formazioni dei Pulcini, nel corso di 144 gare, una “maratona? calcistica andata in scena dal mattino al pomeriggio, quasi ininterrottamente, con famiglie “tifose?, calciatori in erba a festeggiare i gol segnati in maniera forsennata, scene di divertimento generale e generalizzato. Insomma: una festa dello sport.
PREMIAZIONI. E alla fine l’Ama Campus è diventato un palcoscenico a cielo aperto sul quale hanno “sfilato? tutte le formazioni partecipanti, premiate indipendentemente dal risultato conseguito. Cerimonieri d’eccezione il sindaco di Spinetoli Angelo Canala, l’assessore allo Sport della provincia di Ascoli Piceno Nino Capriotti, il vicepresidente della Provincia Emidio Mandozzi, il presidente provinciale del CONI Aldo Sabatucci, l’assessore allo Sport della cittadina picena Benito Erbuto, il responsabile dell’Ama Calcio Maurizio Castelli, il presidente dell’Ama Aquilone Francesco Cicchi e il direttore tecnico, nonché “padrino? della manifestazione, Giovanni Traini.
“IL MONDO DI MASIH”. Ma l’aspetto della Baby Cup che resta più significativo è quello legato alla solidarietà. I fondi raccolti col torneo andranno infatti a sostenere l’iniziativa della Cooperativa Ama Aquilone, “Il Mondo di Masih?, un progetto internazionale attraverso il quale si aiutano i bambini dell’Ecuador.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 846 volte, 1 oggi)