ANCONA – Una tappa ulteriore verso la realizzazione della terza corsia della A14 da Ancona nord a Porto Sant’Elpidio. Si è infatti svolta stamattina a Roma, presso il ministero delle Infrastrutture, alla presenza di rappresentanti della Regione Marche, delle Province di Ascoli Piceno e Macerata, dei Comuni interessati, la Conferenza di servizi che ha dato l’intesa positiva per la conformità urbanistica del progetto.
«È un atto significativo – ha sottolineato il presidente della Regione Gian Mario Spacca – perché accelera la realizzazione di un asse viario strategico per le Marche. Ora la società Autostrade può predisporre il progetto esecutivo per l’avvio dei lavori delle opere interessate. L’intesa recepisce le indicazioni progettuali della Regione Marche, raccolte con un ampio lavoro di confronto e concertazione, svolto, nei mesi scorsi, con gli enti locali interessati. Si aggiunge così un tassello importante per l’ammodernamento dell’A-14, fondamentale nel disegno di logistica integrata che la Regione persegue con tenacia e determinazione».
La Conferenza di servizi ha accolto il parere che la Regione Marche aveva approvato di recente, sintetizzando le modifiche progettuali richieste. Tra le prescrizioni approvate si ricordano la predisposizione di adeguate barriere antirumore nel comune di Chiaravalle, la verifica della stabilità del versante in corrispondenza del cavalcavia di Villa Costantina, interessato da un movimento franoso, come indicato dal Comune di Loreto, la progettazione del nuovo casello di Porto Recanati, coordinata con quella del nuovo collegamento Macerata-Porto Recanati in corso di predisposizione da parte della Provincia, la dotazione dei caselli autostradali (sia nuovi, che esistenti) di idonei parcheggi esterni, la minimizzazione degli impatti degli svincoli di Ancona ovest e Porto Sant’Elpidio.
Riguardo a quest’ultimo casello, è stato suggerito di utilizzare quanto più possibile la viabilità esistente (adeguandola alle nuove funzioni), per il raccordo con la strada statale 16 e la provinciale Faleriense.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 304 volte, 1 oggi)