SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ottanta minuti prima della fine. Sembrano oramai sciolti i dubbi in merito alla data del recupero della seconda giornata contro l’Ariccia: il 28 o 29 aprile (entro lunedì prossimo dovremmo sapere con certezza) e non il 29 maggio, tra l’altro un lunedì, come la Federazione aveva erroneamente comunicato da tempo. La squadra di hockey in line della Pattinatori Sambenedettesi si appresta a vivere le ultime due giornate della stagione a strenua difesa dei 3 punti di vantaggio che le varrebbero la promozione in serie B dopo un anno di purgatorio. Per inciso: nel caso la stagione dovesse concludersi come il clan rossoblu si auspica, occorrerà subito iniziare a pensare al problema della pista Flavio Panfili, visto che in B, dalla prossima stagione, sarà obbligatorio possedere un impianto coperto.
Alla questione il presidente Romolo Bugari e compagnia stanno già pensando da tempo; presto, probabilmente, ne sapremo di più. Magari a promozione acquisita.
Intanto c’è da pensare all’ostacolo Grosseto. La truppa di coach Paxton, ripresi gli allenamenti dopo la sosta paquale mercoledì scorso – martedì la pioggia ha impedito a Vagnoni e soci di infilare i pattini -, partità alla volta della Toscana domani mattina. Non va interrotta la striscia positiva che parla di dodici successi consecutivi. Per il tecnico rossoblu indisponibile il solo Talamonti, alle prese con la nota distorsione alla caviglia.
Il tutto nella speranza che l’inseguitrice Ariccia, di scena ad Arezzo, contro una formazione che prima della sosta aveva messo in seria difficoltà il quintetto rivierasco, dove magari potrebbe scapparci una sorpresa. In Riviera, potete scommetterci, si farà il tifo per gli aretini…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)