GENOVA – Squadra che vince non si tocca. Parte da un assioma antico come il calcio, l’analisi di Attilio Perotti alla vigilia della partenza. «La prova contro il Monza mi ha soddisfatto pienamente. Ho visto la squadra giocare un buon calcio, prendersi delle responsabilità e c’è stata unità di intenti con il pubblico. Se tutto procederà nella dovuta maniera, non vedo perchè dovrei cambiare. La base di partenza è e resta quella di giovedì».
Quali altre convinzioni serviranno contro la Sambenedettese? «Se i ragazzi entreranno in campo con la determinazione esibita con il Monza penso che potranno fare sicuramente bene. Alcune situazioni lasciano da pensare, è innegabile, in riferimento alla penalizzazione di cui si parla. I giocatori non sono dei robot. Tuttavia ho parlato molto con loro di questo, per incentivare il livello di concentrazione e trarre una carica aggiuntiva».
L’ottimismo derivato dall’ultima prestazione non è il solo motivo per pensare positivo. «Chi va in campo ha avuto la riprova che il lavoro sta portando a dei frutti. Questa certezza è stata metabolizzata e rappresenta un viatico importante per il rush finale». L’avversaria di domenica, nonostante le difficoltà contingenti, non si profila malleabile. «Abbiamo l’obbligo di provare a conquistare i tre punti, anche se la Sambenedettese sta vivendo una situazione particolare. Squadra, tifosi e stampa sono riusciti a fare quadrato. In un certo senso, è come se i giocatori fossero sollevati dal peso delle critiche e delle responsabilità. C’è stata un’evidente inversione di tendenza, dopo che è scoppiata la crisi societaria. Vedono lo spiraglio per mettersi al riparo dai guai».
BORSINO. Lavoro tattico e una partitella per il gruppo rossoblu, tornato a Pegli dopo la doppia sessione eseguita ieri. L’ultimo allenamento prima della partenza per Roma, fissata domattina dall’Aeroporto Colombo, ha dato modo al tecnico di monitorare le ultime indicazioni. A scopo cautelativo, Marco Rossi si è limitato a svolgere un programma defaticante, ma già nella prossima seduta si unirà regolarmente ai compagni.
VENTI I CONVOCATI PER SAN BENEDETTO. Sono venti i giocatori che il tecnico Attilio Perotti ha inserito nella lista dei convocati. La comitiva rossoblu raggiungerà Roma nella tarda mattinata di domani e alle 15 si allenerà presso il campo precettato per l’occasione. Sabato la rifinitura e il trasferimento nelle Marche.
Portieri: Barasso, Scarpi; difensori: Ambrogioni, Bacis, Baldini, Di Maio, Fusco, Lamacchi, Moretti; centrocampisti: Botta, De Vezze, Iovine, Mamede, Rivaldo, Rossi; attaccanti: Caccia, Giuntoli, Grabbi, Iliev, Lopez.
TIFOSI AL RIVIERA. La prevendita per la trasferta di San Benedetto ha già fatto registrare quasi il tutto esaurito. Dei novecento biglietti per il settore ospiti, messi a disposizione dal club marchigiano, oltre 800 sono già stati acquistati dai supporter rossoblù.
Fonte: genoacfc.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 257 volte, 1 oggi)