SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il centrodestra si presenterà unito alle elezioni amministrative del 28 e 29 maggio a San Benedetto. È sostanzialmente l’unico risultato dell’incontro tra i segretari comunali, provinciali e regionali dei partiti, che si è svolto nella sede dell’Udc ad Ancona mercoledì 19 aprile.
«Abbiamo “azzerato? le candidature dei partiti», riferisce il coordinatore regionale di An Carlo Ciccioli, «Ora non ci sono più i nomi di Piunti, Nico, Martinelli. Valuteremo invece le candidature espresse dalle liste civiche». «La Casa delle libertà si presenterà unita», dice da parte sua il coordinatore provinciale di Forza Italia Gianluigi Scaltritti, «questo è un dato acquisito». Sono fuori gioco i candidati espressi dai partiti? «Diciamo che attualmente sono in “stand-by?», risponde Scaltritti.
Si ricorderà d’altra parte che Giuseppe Fiscaletti, al momento di ufficializzare la propria candidatura, ha anche precisato che non stringerà alleanze e che si presenterà “in autonomia? alla testa della propria lista civica. Meno improbabile ancora un accordo di tutto il centrodestra sui nomi di Tablino Campanelli o di Giovanni D’Angelo. Restano quindi due ipotesi: o un candidato della società civile sin qui non espresso da nessuno, oppure un ripensamento di Fiscaletti. «Siamo in condizione di candidare Fiscaletti o qualcun altro», chiosa Ciccioli.
Una prossima riunione si svolgerà tra giovedì e venerdì tra i coordinatori provinciali e comunali dei partiti. I tempi sono stretti: venerdì 28 aprile, infatti, scade il termine per la presentazione delle liste.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 498 volte, 1 oggi)