CUPRA MARITTIMA – Momento clou. La Cuprense, dopo aver conseguito, con largo anticipo, la salvezza, si lancia all’inseguimento dei play off. Un solo punto divide i gialloblu dai rivali della Vis Carassai a due sole gare dal termine della stagione regolare. Un traguardo possibile sul quale nessuno, forse, a inizio stagione avrebbe scommesso.
Il tecnico Gianni Clerici, in proposito, si dice fiducioso: «E’ un dovere crederci. Dobbiamo essere bravi a vincere le due partite che restano e sperare in un passo falso degli avversari, anche se non è facile. Ci stiamo preparando al meglio perché ciò possa avvenire. La società questa estate aveva programmato la salvezza; l’abbiamo raggiunta in anticipo e il regalo più grande sarebbe conquistare l’ambito quinto posto. Ci crediamo».
Qualche tempo fa i play off erano una utopia. Cosa è cambiato da allora?
«C’è stato un miglioramento morale, tecnico e tattico da parte di tutto il gruppo – ha spiegato il trainer dei gialloblu – Abbiamo giocato le partite alla pari con le altre squadre mostrando grande solidità».
Merito probabilmente anche del mister. «Diciamo che negli ultimi due anni abbiamo fatto delle buone cose e per questo devo ringraziare il Presidente – ha precisato Clerici – mi ha dato appoggio incondizionato anche quando le cose non andavano bene. Questo mi ha dato fiducia, permettendomi di lavorare con maggiore serenità e impegno».
E sabato c’è la sfida casalinga con l’ultima della classe, la Filottranese: «Non sarà un match facile. Loro verranno senza particolari assilli, vista la posizione di classifica, per cui giocheranno con spensieratezza: in casi come questi possono scaturire risultati inaspettati. Da parte nostra ci sarà il massimo impegno, cercheremo di fare la partita perché la posta in palio è alta».
A fare il tifo dagli spalti del Comunale Fratelli Veccia ci saranno Lucidi e Armando Splendiani, fermati per un turno dal Giudice Sportivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 308 volte, 1 oggi)