SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il provvidenziale intervento di un agente della Polizia Municipale ha evitato che un ladro improvvisato riuscisse a trarre beneficio dal furto di un quadro in chiesa. La brillante operazione è stata portata a termine questa mattina per le strade del Paese Alto. Mentre un agente si accingeva a prendere servizio, veniva avvisato da un commerciante della zona che una persona, con un quadro antico sotto il braccio, stava molestando un’altra commerciante di un negozio attiguo.
Alla richiesta di spiegazioni da parte dell’agente l’uomo ha risposto in maniera evasiva, cercando di allontanarsi. Il successivo intervento di una pattuglia, accorsa dopo la richiesta di rinforzi dell’agente, ha consentito il recupero del quadro, raffigurante la Madonna Addolorata, posto in un altare laterale dell’Abbazia di San Benedetto Martire, prima ancora che il Parroco, Don Romualdo Scarponi, si accorgesse del furto sacrilego.
Gli agenti della Polizia di Stato, intervenuti successivamente, hanno rinvenuto un’altra reliquia trafugata dal ladro nella chiesa.
L’autore del furto è L.M.S., quarantunenne residente in provincia di Brindisi, denunciato a piede libero. L’antica tela è stata portata all’interno del Comando di Polizia Municipale, in attesa di essere restituita alla Comunità Parrocchiale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 462 volte, 1 oggi)