SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Scalda i motori la Polisportiva Antares che, sabato 22 aprile – la gara inaugurale fra Pescatori, compagine vincitrice della passata edizione, e la Misericordia – darà il via alla 18esima edizione del Torneo di Calcio Interforze, Enti e Libere Associazioni.
La manifestazione, che quest’anno prevede la grossa novità di disputarsi allo stadio Ciarrocchi di Porto D’Ascoli, anziché al Ballarin, sede abituale per tanti anni – a tal proposito il presidente della Polisportiva Antares, Angelo Pignati, ha ricordato: «Distaccarci da quel campo è motivo di grande dispiacere per tutti noi, ma d’altre parte non potevamo fare altrimenti: il grado di fatiscenza del vecchio Ballarin è a dir poco elevato» -, si dipanerà in cinque giornate (dal 22 aprile al 4 giugno), al termine delle quali si qualificheranno sedici delle venti squadre partecipanti, le quali si affronteranno nel corso degli ottavi di finali, in programma tra il 10 e il 17 giugno. In totale, esclusa la finalissima fissata per l’8 luglio, al Riviera delle Palme, si conteranno 55 partite.
Le formazioni che prenderanno parte alla competizione, divise in quattro gironi, sono: Pescatori, Misericordia, Picena Ambiente, Start, Gem Elettronica, A.S.L. 13, Forense, S.E.I., Autocentro Sparvieri, Italgas, Banca C.C.P., Salaria 94, Atletico Samb, Morgan Carbon Italia, Arca 093, Polizia, Finanza, Carabinieri, Energy Convertion on System e Medici Teramo. Quattro dunque le new entry rispetto alle precedenti edizioni: Salaria 94 di Monsampolo, Autocentro Sparvieri, Morgan Carbon Italia ed Energy Convertion on System, quest’ultime due di Villa Rosa di Martinsicuro.
Da sottolineare come accanto alla coppa che andrà alla squadra vincitrice, ci saranno tutta una serie di riconoscimenti per le squadre o per i singoli atleti (dal miglior portiere al miglior attaccante, dalla coppa disciplina alla coppa fair play, tanto per fare degli esempi); in più, per chi vincerà per la terza volta il torneo, anche non consecutivamente, lo splendido trofeo dedicato alla memoria di Patrizia Coccia, la povera ragazza scomparsa nel 2001 in seguito ad un tragico incidente stradale.
Segnaliamo infine che sarà possibile seguire il torneo anche attraverso internet, collegandosi al sito www.angelopignati.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 605 volte, 1 oggi)