Con il Bea, Banco dell’Enogastronomia e dell’Artigianato prenderà il via la promozione turistica enogastronomica della Riviera delle Palme e di tutta la zona dell’entroterra. Per l’edizione 2006 la manifestazione si arricchisce di una prestigiosa novità: l’impegno nel sociale.
Il ricavato delle offerte libere dei visitatori della rassegna nei giorni del 23, 24 e 25 aprile, sarà devoluto alla Croce Rossa Italiana per l’acquisto di defibrillatori. Si tratta di strumenti a disposizione in diverse strutture ospedaliere utilizzati per i pazienti con ritmo cardiaco anormale e a rischio di infarto che, attraverso la trasmissione di scosse elettriche controllate, ristabiliscono il giusto funzionamento del cuore.
Altra novità è “Viaggio di… vino?, il corso di enologia che, da quest’anno, integrerà la rassegna su iniziativa del Presidente dell’A.i.s Marche, Claudio Giacomini in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Marche ed il Consorzio Riviera delle Palme. La prima lezione sarà tenuta dal sommelier Giuseppe Cristini, mentre nel secondo e terzo giorno le lezioni saranno presiedute dal sommelier Claudio Giacomini.
A caratterizzare la terza edizione del Bea sarà inoltre la premiazione del miglior prodotto, decretato direttamente dai visitatori che trascriveranno il proprio giudizio su un questionario consegnato durante la rassegna fieristica.
Un evento di forte rilievo a livello nazionale in considerazione anche del fatto che sono circa cinque milioni ogni anno i gastro-turisti abituali, per un giro d’affari che genera, solo per il vino, un fatturato di ben due miliardi di euro. Complessivamente il giro d’affari legato al turismo gastronomico sfiora i sei miliardi ogni anno a fronte di oltre di presenze in continua crescita che si attesta introno ai quindici milioni.
Marco Calvaresi, presidente del Consorzio Riviera delle Palme, ha voluto sottolineare l’importanza del Bea nonché la necessità che sia gli enti pubblici sia le associazioni di categoria si impegnino per la buona riuscita dell’evento.
Il Bea, infatti, manifestazione di grande valenza in tutta Italia, quest’anno, tra le varie novità si è arricchita di una causa sociale nobile proprio grazie al contributo a favore della Croce Rossa Italiana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 304 volte, 1 oggi)