SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Chi sceglierà la Riviera delle Palme per le vacanze di Pasqua troverà gran parte degli stabilimenti balneari aperti, pronti ad accogliere i turisti, con alcune piacevoli novità?. L’anticipazione è del direttore Confcommercio Giorgio Fiori che sottolinea altresì come gli stabilimenti aderenti all’associazione si stiano organizzando al meglio, anche quest’anno per la stagione ormai alle porte, per ampliare i servizi offerti, seguendo l’ottica di soddisfazione del cliente e una qualità sempre maggiore.
“In molti stabilimenti, infatti – aggiunge Fiori – sarà sempre più frequente trovare oltre al lettino ed all’ombrellone, il bar, la tavola calda o il ristorante, sale giochi ed ampi spazi riservati ai bambini. Ma le principali novità per il 2006 saranno i lettini con portacellulare ed i maxischermi che molti stabilimenti balneari, poi, allestiranno per offrire alla clientela la possibilità di seguire, in diretta, le partite di calcio dei Mondiali così come i Gran Premi di Formula 1 o Moto GP. La Confcommercio in merito ai prezzi dei servizi di spiaggia, a coloro i quali intendevano ritoccarli, ha consigliato di mantenere gli aumenti entro il tasso d’inflazione.
Ma già molti imprenditori hanno riconfermato le stesse tariffe del 2005 nonostante la Spada di Damocle dei ventilati spropositati aumenti dei canoni demaniali. “Si tratta di un notevole sforzo compiuto dalla categoria, sottolinea Fiori, poichè la situazione economica generale e quella turistica in particolare, impongono di considerare con estrema cautela le tariffe. Piuttosto in molti litorali Italiani è già una realtà l’allungamento della stagione balneare per cui stiamo lavorando per poter arrivare anche nella Riviera delle Palme ad avere imprese aperte anche nei mesi autunnali e primaverili, proprio per accontentare molti dei clienti che, da tempo, richiedono la possibilità di usufruire dei servizi delle concessioni balneari nei mesi precedenti e successivi la stagione turistica, sia di giorno che di sera?. Consideriamo il week-end di Pasqua una sorta di prova generale prima dell’avvio ufficiale della stagione estiva anche se, sebbene ci sia un certo ottimismo, le risultanze dipenderanno in toto dall’andamento del tempo. “Negli ultimi 2 anni – conclude Giorgio Fiori – il turismo balneare ha riscontrato anche nella provincia di Ascoli Piceno segnali negativi, non tanto forse per le presenze, quanto piuttosto per la ridotta capacità di spesa dei clienti. Speriamo dunque che nel 2006 ci sia un rilancio della destinazione mare; gli imprenditori balneari piceni stanno già facendo la propria parte e quindi si confida quanto meno in tante giornate di sole poiché, nolenti o volenti, per il lavoro dei concessionari di spiaggia le condizioni atmosferiche sono davvero determinanti?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 383 volte, 1 oggi)