ZURIGO – «Alla Camera l’Unione, di cui ho avuto l’onore di essere capo lista, ha ottenuto 278.189 voti validi, pari al 52,871%, che le sono valsi 3 seggi. Un risultato di tale portata – ha commentato il neo deputato – esprime indiscutibilmente il vasto consenso che i connazionali residenti nella ripartizione Europa hanno destinato ai candidati dell’Unione e ai loro programmi».
Quanto alla sua elezione, Narducci aggiunge: «Sento personalmente il dovere di esprimere un grandissimo ringraziamento alle elettrici e agli elettori che mi hanno votato e mi hanno sostenuto durante la campagna elettorale. Con 28.839 voti di preferenza sono stato il candidato più votato in Europa: sono profondamente onorato dell’ampio consenso confluito sulla mia persona e nell’esprimere il ringraziamento a tutte le persone che hanno creduto in me – aggiunge – desidero sottolineare che il mio impegno per le nostre comunità sarà come sempre totale. Un ringraziamento particolare esprimo alle amiche e agli amici canditati della lista “L’Unione Prodi?, che con un lavoro di estrema intensità hanno reso possibile un successo così vasto».
«Il destino ha voluto che proprio in questo primo appuntamento, a causa dei risultati usciti dalle urne italiane, si accendessero i riflettori sugli italiani all’estero. Nel momento di gioia per l’attenzione e la ribalta che abbiamo conquistato – sottolinea Narducci – desidero esprimere il ringraziamento doveroso al ministro Mirko Tremaglia che per anni ha sostenuto, insieme ad altri parlamentari illuminati, la battaglia per i diritti degli italiani residenti all’estero. La nostra vittoria è in ogni caso, indipendentemente dai risultati elettorali, anche la sua vittoria. Non possiamo dimenticarlo – conclude – soprattutto di fronte alle critiche ingiuste che politici poco accorti e disinteressati alle nostre vicende hanno espresso in queste ultime ore».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 350 volte, 1 oggi)