MONTEFIORE DELL’ASO – Pasqua a Montefiore, perché no? Sembra questo l’invito dell’amministrazione comunale e dell’intera cittadina picena che, per l’occasione, propone diverse iniziative culturali.
Innanzitutto le due mostre espositive: nella sala Adolfo De Carolis è allestita la mostra “La Scarpetta di Cenerentola” con 57 illustrazioni di miti, fiabe e racconti per l’infanzia. L’orario di apertura è dalle 16 alle 19 (dal venerdì al sabato), fino al 1° maggio.
Nella sala espositiva San Francesco, invece, è allestita la personale di pittura “Montefiore e dintorni” dell’artista Antonio Miletti, che propone, in tecnica mista, una visuale sul paesaggio montefiorano e sul territorio piceno: in questo caso l’orario di apertura va dalle 17 alle 19, fino al 17 aprile.
Durante il periodo pasquale sarà inoltre possibile usufruire gratuitamente della disponibilità degli operatori culturali che garantiranno l’apertura delle Sale Museali cittadine: il Museo Adolfo De Carolis, la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di Santa Luca con il Polittico del Crivelli e l’itinerario che prevede il giro delle mura.
Le belle giornate daranno anche la possibilità di visitare il Parco comunale Giulio De Vecchis che offre ampi spazi di verde, sentieri, un parco giochi, impianti sportivi e un punto di ristoro. L’ideale per una bella passeggiata e per godere di un panorama che spazia dal mare Adriatico ai Monti Sibillini.
Infine, per chi invece vuole avventurarsi in passeggiate più impegnative, può scoprire i diversi sentieri inaugurati lo scorso anno “Sentieri Possibile tra Dolci Colline?. I percorsi, tutti segnalati da idonea cartellonistica, toccano punti di interesse storico, naturalistico e paesaggistico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 271 volte, 1 oggi)