SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Andata in archivio la vittoriosa trasferta di Perugia, il Rugby Samb si ferma per le festività pasquali, in attesa di disputare, il prossimo 23 aprile, in quel di Pesaro, l’ultima gara della seconda fase della stagione, quella, per intenderci, che potrebbe portare i rossoblu agli spareggi promozione. I 5 punti ottenuti in Umbria hanno avuto il potere di cambiare in modo quasi radicale la graduatoria dei rossoblu, che, grazie anche alla sconfitta del Gran Sasso, battuto a domicilio dall’Abruzzo, hanno riguadagnato la terza poltrona della graduatoria.
Gli abruzzesi sono ora a quota 22, con 3 lunghezze di ritardo dagli uomini di Sergio Pignotti. Il coach rivierasco, alla vigilia della trasferta perugina, confidava prprio nell’exploit della vicecapolista; i conti del tecnico erano giusti, anche se per completare l’opera e guadagnare gli spareggi per la B, bisognerà far propria anche la gara contro il Pesaro, in programma tra dieci giorni. Il Gran Sasso infatti ospiterà in casa il fanalino di coda Perugia; tradotto: la vittoria è praticamente una formalità. Ma, in virtù delle differenti motivazioni, non dovrebbe risultare troppo arduo nemmeno il compito che attende i rugbysti nostrani, col Pesaro ormai fuori da qualsiasi discorso. Dopo una stagione travagliata, con cadute a volte rovinose, in altri casi davvero immeritate, e, soprattutto, dopo l’ennesimo colpo di scena – leggi: punti penalizzazione a seguito del “caso Damiani? -, il primo traguardo per i rossoblu è più che alla portata. Occorre solo allungare la mano…
Nel dettaglio la classifica aggiornata della seconda fase del mini-girone Umbria-Marche-Abruzzo.
Rugby Jesi 31, Pol. Abruzzo Rugby 30, Rugby Samb 25*, Gran Sasso Rugby 22, Pesaro Rugby 16, Cus Perugia Rugby 0.
* 4 punti di penalizzazione

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 372 volte, 1 oggi)