SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La scossa è stata sentita chiaramente a San Benedetto, Ascoli e Macerata. A San Benedetto la scossa si è sentita alle 21:03, in altre località marchigiane intorno alle 21:05. Pare che l’epicentro sia collocabile nell’area di Ancona e dell’entroterra fabrianese. Non si conosce ancora l’entità della scossa, ma i Vigili del Fuoco di San Benedetto affermano di non essere dovuti intervenire. Nella giornata di ieri (ore 22) sono state avvertite scosse telluriche nel modenese e nella provincia di Reggio Emilia. La magnitudo rilevata è stata di 4.2I. Lo ha reso noto il Dipartimento della Protezione civile. L’epicentro è a 33 chilometri di profondita’. Le località più vicine al sisma sono state Recanati, Montecassiano e Montefano, in provincia di Macerata, e Castel Fidardo e Loreto, in provincia di Ancona.
Nel corso delle ricognizioni immediatamente successive non sono stati rilevati danni a persone o cose.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.375 volte, 1 oggi)