GROTTAMMARE – Pazzo, pazzo Grottammare. Gli uomini di mister Amaolo sprecano la ghiotta possibilità di allontanarsi dalle sabbie mobili della bassa classifica: in vantaggio di due reti si fanno raggiungere dal più esperto Morro d’Oro, guidato da Bizzarri e dell’ex Samb De Filippis, scendendo al quart’ultimo posto, scavalcato dal Nuovo Avezzano, corsaro a Macerata. Ma veniamo alla gara di oggi pomeriggio: il primo gol dei padroni di casa arriva al 14’ grazie ad una punizione ad effetti di Marcucci. I biancocelesti insistevano con Ludovisi che, servito da Del Moro (per lui ruolo di centravanti), girava di poco a lato. Nel finale reagiva il Morro d’Oro con Pozzelli che, imbeccato da Battoli, incocciava: ma sulla palla si superava Di Clemente che salvava in tuffo e quindi, da terra, anticipava con i piedi lo stesso Pozzelli.
Nella ripresa, al 2’, Traini serviva Del Moro che entrava in area e batteva il portiere in uscita. Reagiva però il Morro d’Oro: prima Bizzarri, da calcio d’angolo, serviva Grilli che di testa schiacciava e segnava. Poi, all’83’ De Filippis crossava dalla destra e il pallone impattava sulla spalla di Fusco: per l’arbitro è rigore. Nunziato al tiro: Di Clemente respingeva il tiro ma lo stesso Nunziato raccoglieva il pallone e siglava il pareggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 1 oggi)