OFFIDA – È muro contro muro tra maggioranza e opposizione in Consiglio comunale. Con una nota stampa, i rappresentanti del gruppo consiliare “il Circolo? hanno duramente contestato le scelte del sindaco Lucio D’Angelo relative all’approvazione del bilancio di previsione 2006, avvenute durante il consiglio comunale dello scorso 30 marzo.
«Il sindaco si è messo in bella mostra con una filippica colma di invettive verso l’opposizione “rea? solo di fare il proprio dovere», scrivono i consiglieri di centro-destra, «Nella foga di voler apparire censore storico d’ogni forma di dissenso locale, visibilmente alterato, segno evidente di difficoltà relazionale, il primo cittadino ha rivolto pesanti catilinarie d’incapacità e faziosità alla parte avversa, dopo aver accusato il colpo a seguito degli interventi precedenti».
Ma oltre che nella forma, l’opposizione contesta anche il merito delle scelte: «Tutto è deliberatamente voluto per coprire, anche ai suoi colleghi di scranno oltre che ai cittadini, tutte le promesse fatte e non realizzate già a metà legislatura, il pesantissimo indebitamento e la scarsa programmazione. Ha aggiunto poi che “c’è spazio per contrarre altri mutui?, quindi indebitarsi sempre più. Questa cultura del non dialogo e del debito non ci appartiene: le prossime scadenze e verifiche contabili – amministrative evidenzieranno quanto sosteniamo da tempo, mentre i cittadini offidani continuano a soffrire dell’assoluta stagnazione economica e culturale che una città come la nostra non merita».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 559 volte, 1 oggi)