SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Caritas a Ponterotto e “Casa d’accoglienza Giovanni XXIII? presso la parrocchia di Cristo Re a Porto d’Ascoli sono le principali strutture religiose che operano nel sociale a San Benedetto.
Fino a poco tempo fa la Caritas gestiva una mensa in via Giovanni XXIII, ora trasferita nella nuova sede (inaugurata il 28 gennaio scorso), a sua volta strutturata su un’intera palazzina. La mensa è aperta solo a pranzo e vi ricorre una trentina di persone al giorno. A volte molti di più. Vengono inoltre erogati molti altri servizi, grazie all’opera di volontariato di circa 70 persone, tra medici di varie specialistiche, persone che si occupano di cercare un lavoro, ecc. Tra giugno e settembre dovrebbero partire i lavori per ristrutturare il primo piano della palazzina e costruirne un secondo. Ogni piano verrà suddiviso in sei mini-appartamenti e un dormitorio per circa 30 persone, uno femminile, uno maschile.
La “Casa d’accoglienza? è stata inaugurata il 18 aprile 2004 e si trova di fronte alla chiesa di Cristo Re, su tre piani. Può ospitare un massimo di 15 persone, che vivono in comune. Ad oggi gli ospiti sono stati in tutto più di 400, di varie nazionalità. Eroga pasti a colazione, a pranzo e a cena, cui fanno ricorso almeno in 20 ogni volta. A cucinare sono le stesse persone ospitate, ma prestano la loro opera anche “qualche decina? (dice don Pio) di volontari e una “coordinatrice? tedesca, l’unica regolarmente stipendiata. Il centro si regge, come precisa lo stesso don Pio, sulle offerte dei fedeli e degli “amici?.
«Molti stanno perdendo il lavoro – dice don Pio – e gli stranieri che vengono da noi aumentano a primavera, perché sperano di trovare un’occupazione per l’estate. Io non chiedo mai a quale religione appartengano: abbiamo avuto cristiani, musulmani, ebrei, palestinesi, che convivono».
Infine una proposta: «sarebbe bello – dice don Pio – che specie i musulmani, di cui si parla tanto, organizzassero una marcia per ringraziarci di quello che facciamo senza fare distinzioni di religione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)