SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolto il 1° ed il 2 aprile il corso di ‘tammuriata napoletana’, tenuto dall’insegnante Maria Rosaria Nocera, e organizzato dall’Associazione culturale Maeva al Centro Asani in collaborazione con l’associazione “Re Minore” di Ascoli Piceno.
Oltre al corso al centro Asani è stato attivato un corso di 40 ore di arabo tenuto da un insegnante di madre lingua che insegnerà agli ineressati le nozioni di base.
“Lo scopo di queste iniziative – ha detto la professoressa Paola Sguerrini presidente dell’associazione Maeva – é quello di far conoscere il folklore e le tradizioni dell’altra sponda del Mediterraneo dando modo a tutti di poter cogliere i profondi legami che esistono fra le nostre danze tradizionali e quelle dei paesi del Maghreb”.
L’evento più importante della primavera sarà il “Festival Donne d’Oriente”, che quest’anno si svolgerà dal 22 al 25 aprile, dedicato per questa edizione a Naima Akef, una delle protagoniste del cinema egiziano scomparsa giovanissima 40 anni fa, il 23 aprile del 1966.
L’evento prevederà il via il 22 aprile con un seminario tenuto dalla dottoressa Paola Ziliotto Boudress sulla coreografia del film ‘Tamr Henna’, che verrà eseguita dalle stagiste nello spettacolo del giorno seguente presso la sala Kursaal di Grottammare alle ore 18; l’ingresso sarà gratuito ma le offerte raccolte andranno a un’associazione operante nel nostro territorio che si occupa di malati terminali.
Il 24 e il 25 aprile si terranno inoltre dei seminari di danza saadi con il maestro egiziano Ahraf Hassan ad Ancona e a San Benedetto.
L’estate invece avrà il suo fulcro nel quarto festival “Da Oriente a Occidente: una danza per la pace” che si svolgerà dal 12 al 16 luglio presso il Cinema Calabresi e che richiamerà nella nostra città le migliori danzatrici d’Europa e numerosi appassionati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 227 volte, 1 oggi)