SAN BENEDETTO DEL TRONTO- “L’ultima versione del progetto è da brividi. Provocherebbe la perdita di un centinaio di parcheggi fra via dei Mille e via Bellini. Inconcepibile. Cercheremo di mediare fra il Comune e il proprietario dell’area che ospiterà il mercatino?. Questa la dichiarazione di Alfredo Cicconi, presidente del comitato di quartiere, sostenitore fin dal 2005 dell’opportunità di trasferire le bancarelle all’interno della pineta ad est di via dei Mille per “liberare? la Rotonda “Salvo D’Acquisto?. Comprensibile dunque la sua reazione vedendo l’ultima versione del progetto, che invece prevede la collocazione delle bancarelle lungo i marciapiedi adiacenti alla pineta, opportunamente ampliati e dotati di un nuovo impianto di illuminazione. Una soluzione non compatibile con la presenza dei parcheggi a spina di pesce ad est della pineta, oltre che con i parcheggi nella laterale via Bellini.
Qual è la causa di questa modifica in corsa del progetto? Pare che vi siano difficoltà nel raggiungimento di un accordo fra il proprietario della pineta e il Comune di San Benedetto. Difficoltà sormontabili, sperano i residenti del quartiere, se l’area verde verrà acquisita dal Comune o se interverranno accordi specifici.
Un primo incontro si è svolto lunedì pomeriggio proprio all’ombra della suddetta pineta alla presenza di Cicconi, del proprietario del terreno sig. Bernardini, dell’ingegnere del settore Lavori Pubblici del Comune, Germano Polidori, e di Giorgio Panichi, presidente del comitato di quartiere Porto d’Ascoli Centro. La questione verrà portata all’attenzione del Commissario straordinario Iappelli nei prossimi giorni.
Ulteriori disappunti di Cicconi riguardano la qualità estetica delle bancarelle, definite “brutti casotti di legno? e la loro collocazione con l’apertura rivolta verso l’area verde: una disposizione che creerebbe una sorta di “gialla muraglia cinese parata davanti agli occhi di chi transita in via dei Mille?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 412 volte, 1 oggi)