SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo due stop consecutivi il Rugby Samb torna ad alzare la voce nel girone 2 Umbria-Marche-Abruzzo. Al cospetto della capolista Jesi i rossoblu arpionano la vittoria con un netto15-3.
La gara. Nel primo tempo gli ospiti sbagliano qualche calcio piazzato ma riescono comunque a farne entrare uno e guadagnare 3 punti. I sambenedettesi dalla loro si portano spesso nei 22 metri dell’area avversaria senza però riuscire a concludere nulla. La prima metà di gioco si chiude così sul magro punteggio di 3-0 per la squadra ospite.
Nella ripresa capitan Massimo Angelini e soci – memori della sconfitta contro il Gran Sasso – cercano non solo di portare il gioco nei 22 metri avversari, ma di spingere con tutte le loro forze per segnare. Infatti dopo varie ruck e mischie a pochi metri dalla linea di meta avversaria i kiwi riescono a portare la palla oltre la linea, dove Biocca schiaccia in meta. La Ricca non trasforma ma poco dopo segna la seconda meta rossoblù, staccandosi dalla travolgente mule rivierasca appena entrata nell’area di meta avversaria. Merlini infine segna l’ultima meta della partita – sempre grazie alla potente mule in avanzamento dei suoi compagni – facendo guadagnare alla sua squadra la sicurezza di altri 5 punti. Anche se nessuna delle tre mete rossoblù viene trasformata il punteggio finale di 15-3 è un gran sollievo per i ragazzi di coach Pignotti, ora più che mai in corsa per la serie B.
In campo per il Rugby Club San Benedetto: Pasqualini, Violoni, Mitrione, Valentini, Mecozzi, Merlini, Gagliardi R., Biocca, Angelini A., Corso, Perozzi, Angelini M., La Riccia, Apostoli(Palestini), Iaconi. A disposizione: D’Amico, Damiani, Mascitti, Paniccia, Spinozzi E. All Pignotti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 596 volte, 1 oggi)