SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’on. Gianluigi Scaltritti di Forza Italia, candidato al terzo posto della lista per il Senato, interviene sulla ricandidatura dell’ex sindaco Martinelli, una questione sulla quale Alleanza nazionale e Forza Italia sono ormai all’arma bianca.
«Il percorso seguito per le amministrative è totalmente nella responsabilità del coordinamento regionale e di quello comunale», dice Scaltritti, «che del resto secondo il nostro statuto hanno la delega a questo. Ritengo però che possiamo vincere una competizione amministrativa solo se c’è l’unità di Forza Italia e contestualmente della Casa delle libertà, e poi con una coalizione ancora più ampia».
Ed è lei stesso a condurre trattative per questa coalizione più ampia? «Io personalmente», risponde Scaltritti, «ho ritenuto per rispetto al partito di fermare qualsiasi mia attività che potesse distorcere o diminuire la coesione del centrodestra». Parole da ex? Forse: dal momento che il coordinatore regionale Remigio Ceroni entrerà alla Camera al suo posto, con l’«aiutino» di Martinelli (candidato al decimo posto), in cambio dell’appoggio del partito alle amministrative.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 569 volte, 1 oggi)